Home / CITTA / Catanzaro / Consulenze fantasma e spese pazze sul conto della Sacal, 15 rinviati a giudizio

Consulenze fantasma e spese pazze sul conto della Sacal, 15 rinviati a giudizio

Con le accuse, a vario titolo, di corruzione, peculato, falso, abuso d’ufficio tentato e consumato e varie forme di concussione, il gup del Tribunale di Lamezia Terme Rossella Prignani ha rinviato a giudizio dirigenti, funzionari, componenti del Cda della Sacal, coinvolti nell’inchiesta Eumenidi.

Si tratta di Massimo ColosimoEster Michienzi, Pieluigi Mancuso, Sabrina Mileto, Angelina Astorino, Rosario Pietro Floriano Noto, Giuseppe Vincenzo Mancuso,Vincenzo Bruno, Giuseppe Mancini, Floriano Siniscalco, Vincenzo Bruno Scalzo, Giampaolo Bevilacqua, Marcello Mendicino, Pasquale Clericò e Pasquale Torquato. Il giudice per l’udienza preliminare ha sentenziato solo per alcuni capi di imputazione il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione a carico di Michienzi e Clericò e per singoli capi di accusa il non luogo a procedere sempre per Michienzi, perché il fatto non sussiste. Per Luigi Silipo e Ferdinando Saracco il gup ha dichiarato il non doversi procedere, perché il fatto non sussiste. Il processo, per coloro che sono stati rinviati a giudizio, inizierà il prossimo 24 settembre davanti ai giudici del Tribunale collegiale. Secondo le ipotesi accusatorie i viaggi, le spese di alloggio, il taxi e il noleggio di auto le avrebbe pagate la Sacal. Dalla Calabria alla Lombardia, trasferte di piacere in alberghi di lusso, con “la formula all inclusive” con tanto di pernottamento, pranzo e cena. Tutto a spese della Sacal.

Leggi qui!

Sorpresi a coltivare 3200 piante di canapa indiana: 4 arresti

Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di rastrellamento in area aspromontana finalizzato al contrasto delle …