• Home / CITTA / Catanzaro / Danza e solidarietà alla terza edizione del Galà Città di Catanzaro

    Danza e solidarietà alla terza edizione del Galà Città di Catanzaro

    La manifestazione organizzata dal C.S.E.N. –Comitato provinciale di Catanzaro ha avuto finalità benefiche. Parte delle quote di partecipazione sarà devoluta al reparto di pediatria dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro

    La “poesia dei piedi” ha stretto la mano alla solidarietà nella terza edizione del Galà Città di Catanzaro, organizzato, con finalità benefiche, dal Centro Sportivo Educativo Nazionale (C.S.E.N.) – Comitato provinciale di Catanzaro, guidato da Francesco De Nardo. E, difatti, parte delle quote di partecipazione alla manifestazione dedicata alla promozione di tutte le discipline della danza sportiva, svoltasi ieri pomeriggio, presso il Cinema Teatro Comunale di Catanzaro, quest’anno sarà devoluta al reparto di pediatria dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro.

    Un gesto di solidarietà che negli ultimi tempi contraddistingue gli eventi sportivi promossi dal Comitato provinciale di Catanzaro, con la certezza, come ha spiegato il presidente De Nardo, che “lo sport non deve essere fine a se stesso, ma deve avere anche e soprattutto una finalità sociale, altrimenti non avrebbe senso fare sport”. Il C.S.E.N. ha, per così dire, adottato il reparto di pediatria, tanto che, in occasione della manifestazione “Open Dance” svoltasi a Lamezia Terme, l’anno scorso, ha già donato un monitor pediatrico. Inoltre, in collaborazione con i Lions, ha partecipato al progetto finalizzato alla realizzazione nello stesso reparto di una biblioteca del valore di 8mila euro.

    A esprimere riconoscenza nei confronti del Comitato provinciale di Catanzaro, sul palcoscenico del teatro Comunale, all’inizio della kermesse, non poteva che esserci il dirigente medico del reparto pediatrico del “Pugliese-Ciaccio”, Giuseppe Raiola. “Ormai fra il C.S.E.N. e il reparto di pediatria – ha dichiarato Raiola – si è instaurato un rapporto di vera collaborazione, stima e fiducia. Ancora una volta, ringrazio il Comitato provinciale, nella persona di Francesco De Nardo, che ha voluto organizzare nuovamente un evento i cui proventi saranno devoluti al reparto per migliorare ancora il suo aspetto sia dal punto di vista tecnologico che alberghiero. Questi atti di donazione – ha concluso il primario – ci inducono a potere affermare che, a distanza di dieci anni dal mio insediamento, la città di Catanzaro ha veramente adottato il nostro reparto. E questo è il segno che probabilmente la strada che abbiamo imboccato è quella corretta”.