• Home / CALABRIA / Reggio, Mala Sanitas: rinviati a giudizio i medici del reparto degli orrori
    Ospedali-Riuniti-reggio-calabria-320x240

    Reggio, Mala Sanitas: rinviati a giudizio i medici del reparto degli orrori

    Sono stati rinviati a giudizio i 13 medici coinvolti nell’inchiesta Mala Sanitas riguardante il reparto di ginecologia e ostetricia degli ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Dovranno affrontare dunque il processo l’ex primario Pasquale Vadalà, l’ex facente funzioni Alessandro Tripodi e i ginecologi Filippo Saccà e Daniela Manunzio, Antonella Musella, Roberto Rosario Pennisi, la neonatologa Mariella Maio, gli anestesisti Luigi Grasso e Annibale Musitano e l’ostetrica Giuseppina Strati, i medici Massimo Sorace, Mario Gallucci e Marcello Tripodi. La Procura reggina li accusa di avere “commesso reati di falso in atto pubblico con la manipolazione delle cartelle cliniche relativealle pazienti che si sottoponevano ad interventi ginecologici presso l’A.O. Bianchi-Melacrino-Morelli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, nonché alle gestanti e ai neonati ivi ricoverati, al fine di occultare le responsabilità dei componenti dell’ equipe medica per coprire errori medici o omissioni gravi ».