• Home / CITTA / Reggio – Il nuovo prefetto Di Bari: “Su interdittive serve confronto”

    Reggio – Il nuovo prefetto Di Bari: “Su interdittive serve confronto”

    Legalità, rigore e trasparenza saranno i punti fermi dell’azione che intende portare avanti il nuovo prefetto di Reggio, Michele Di Bari. Paletti che vengono fissati subito, senza troppi giri di parole e ai quali il successore di Claudio Sammartino aggiunge anche la dignità della persona e la prevenzione.
    Il tutto in una cornice che farà dell’apertura al dialogo e al confronto i suoi tratti distintivi. “Le istituzioni – ha sottolineato Di Bari nel corso dell’incontro con i giornalisti – camminano sulle gambe degli uomini. Il palazzo non sarà sordo alle istanze della comunità e, del resto, così prevede anche la legge”.
    Al suo primo giorno alla guida della prefettura reggina, Di Bari non si sottrae al confronto su alcuni dei temi più spinosi in questo momento in riva allo Stretto. “Le interdittive antimafia – chiarisce il nuovo prefetto – sono uno strumento efficacissimo e anche il nuovo sistema delle white list consente di rendere più rapido ed efficiente l’intero procedimento”. Tuttavia, il tema delle ricadute occupazionali è di vitale importanza. “Ritengo – aggiunge Di Bari – sia stato positivo il passo compiuto dal Consiglio comunale che ha voluto, opportunamente, sottoporre le questioni della continuità aziendale e della salvaguardia dei posti di lavoro, ai tavoli della politica nazionale. Io stesso – ha poi annunciato – a breve intendo confrontarmi su questo aspetto con l’Anac e con il ministero dell’Interno, con spirito costruttivo e cercando una soluzione di buon senso”.
    Dopo l’esperienza vibonese per Di Bari si tratta della seconda tappa in Calabria. “Una terra per me speciale che, come tutte le realtà complesse, richiede maggiori responsabilità, ma anche pragmatismo e senso pratico. Ad orientare la nostra zione sarà comunque sempre il rigoroso rispetto della legge, guardando sempre a chi ha bisogno, operando nella quotidianità al servizio dei cittadini”.
    Chiara anche la volontà di avviare da subito un dialogo interistituzionale con le varie amministrazioni locali del territorio. “Nei prossimi giorni – ha spiegato il prefetto – andrò in visita in alcuni centri della provincia per una serie di incontri istituzionali”. Con i Comuni, in particolare, l’intenzione del prefetto è quella di aprire un canale di comunicazione diretto su temi cruciali per l’assetto del territorio, quali il dissesto idrogeologico, la gestione dei rifiuti e la sicurezza in generale. Tutti argomenti “caldissimi”, sui quali ci sarà tantissimo da lavorare.

    Leggi anche:

    Il messaggio del neo prefetto Di Bari: “Massimo impegno per sicurezza e diritti”

    L’incontro del prefetto Di Bari con il sindaco Giuseppe Falcomatà

    Il prefetto Michele Di Bari incontra il presidente della Provincia Giuseppe Raffa