• Home / CALABRIA / Consiglio regionale – Oliverio: “A gennaio inizio lavori ospedale Sibaritide”

    Consiglio regionale – Oliverio: “A gennaio inizio lavori ospedale Sibaritide”

    Il ‘question time’ al centro dell’ultima seduta del Consiglio regionale, nella quale si sono registrate parecchie assenze, soprattutto tra i banchi dell’opposizione.
    L’Aula di palazzo Campanella ha approvato all’unanimità la proposta di provvedimento amministrativo sulla ‘convalida dell’elezione dei consiglieri regionali’ e ha rinviato ad apposita seduta, su richiesta del capogruppo Pd Sebi Romeo, tutte le mozioni. Il governatore Mario Oliverio ha annunciato alcune novità riguardanti il territorio della Sibaritide. Rispondendo alle interrogazioni dei consiglieri regionali, il presidente della giunta si è soffermato in particolare sul nuovo ospedale e sui danni subiti dai Comuni di Rossano, Corigliano e Crosia, a seguito dell’alluvione dell’agosto 2015.

    NUOVO OSPEDALE SIBARITIDE
    “Tra il gennaio e il febbraio 2017 saranno aperti i cantieri per il nuovo ospedale della Sibaritide”, ha in Consiglio regionale Oliverio. Il presidente della Regione, durante il question time, ha anche spiegato i motivi che hanno causato i ritardi relativi alla costruzione dei tre nuovi ospedali calabresi. “Tre situazioni diverse tra loro”, ha specificato il governatore. L’iter per gli ospedali della Piana e della Sibaritide è stato rallentato dalle procedure fallimentari e dall’interdittiva antimafia che hanno interessato le imprese aggiudicatarie. “Per l’ospedale della Sibaritide – ha chiarito -, il progetto definitivo è già stato depositato e tra pochi giorni dovrebbe svolgersi la conferenza dei servizi, alla quale seguirà la progettazione esecutiva. Contiamo di far partire i cantieri tra gennaio e febbraio”. Per quanto riguarda l’ospedale della Piana, “siamo in attesa – ha aggiunto Oliverio – che il ministero dell’Interno si pronunci affinché si possa procedere alla costituzione del protocollo di legalità, necessario per lo sblocco delle gare, come già avvenuto per gli ospedali di Vibo e della Sibaritide. Siamo sicuri che non ci saranno impedimenti. Le difficoltà relative all’ospedale di Vibo – ha continuato Oliverio – riguardano problemi di carattere sismo-geologici. I rallentamenti sono dovuti agli interventi messi in atto per garantire la sicurezza del sito. Tutte queste traversie – ha concluso il presidente della Regione – hanno contribuito a determinare i ritardi, ma oggi siamo nelle condizioni di dire che queste difficoltà sono superate”.

    RICONOSCIMENTO DANNI ALLUVIONE 2015 PER ROSSANO, CORIGLIANO E CROSIA
    “Durante uno dei prossimi Consigli dei ministri verranno assunti i provvedimenti necessari per il pagamento dei danni subiti dai Comuni della Sibaritide dopo l’alluvione dell’agosto 2015″. E’ quanto ha dichiarato in consiglio regionale il governatore della Calabria, Mario Oliverio, in risposta a un’interrogazione del consigliere Giuseppe Graziano “sul mancato inserimento dell’alluvione del 12 agosto 2015 nel provvedimento ministeriale di riconoscimento dei danni”.
    Il 28 luglio scorso il consiglio dei ministri aveva approvato una delibera con la quale venivano assegnati fondi pari a 800 milioni a 40 Comuni richiedenti su un totale di 49. Tra gli esclusi figuravano i Comuni di Rossano, Corigliano e Crosia, nonostante fosse inizialmente previsto un contributo di un milione e 800mila euro. “Si tratta di un fatto molto grave – ha detto Graziano in Aula – accaduto in Consiglio dei ministri. Nella delibera del Cdm sono stati esclusi 9 eventi alluvionali su 49, tra questi ci sono quelli avvenuti nella Sibaritide. Ci saremmo aspettati dal governo che dal governo un finanziamento, a seguito di quella violenta alluvione che ha colpito gli edifici privati e gli esercizi commerciali”.
    Il presidente ha riferito in aula ha affermato di aver ricevuto delle rassicurazioni avute in tal senso dal capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.