• Home / CITTA / Cerisano (CS) – Tutto pronto per la 23° edizione del Festival delle Serre

    Cerisano (CS) – Tutto pronto per la 23° edizione del Festival delle Serre

    E’ terminato il conto alla rovescia. La 23° edizione del Festival delle Serre di Cerisano ,che si terrà dal 4 al 10 Settembre prossimi, è pronta a partire. Una scommessa vinta, a soli pochi mesi dall’insediamento della nuova amministrazione capeggiata dal sindaco, avv.to Lucio Di Gioia. Il programma completo della manifestazione sarà illustrato alla stampa giovedì prossimo 1° settembre alle ore 11.00 nella Piazzetta “Piano Lungo” un luogo caratteristico per eccellenza che durante le serate del Festival ospiterà i nomi del grande Jazz. La conferenza stampa sarà presieduta dal sindaco di Cerisano Lucio Di Gioia, che con caparbietà e tenacia, insieme alla sua giunta, non si è risparmiato nell’organizzazione di una kermesse unica nel suo genere. Un evento realizzato in pochissime settimane dopo un ritardo dovuto all’approvazione del progetto, con un cartellone che contempla al suo interno grandi nomi della musica, del teatro, dell’arte e della cultura. Niente vacanze, dunque, per gli organizzatori e tutti a lavoro per la realizzazione di un grande Festival. La macchina organizzativa è già in moto per la creazione degli spazi e degli allestimenti. La Casa delle Culture, in Piazza Zupi, sarà il quartier generale e il punto di incontro di artisti e visitatori. Il centro storico di Cerisano ospiterà poi percorsi culturali ed enogastronomici, per dare linfa ai sapori della nostra Calabria ai quali seguiranno momenti di intrattenimento con artisti di strada. Vicoli e piazze diventeranno il cuore pulsante dell’intera manifestazione, dove saranno allestiti i palchi e le scene per l’esibizione degli artisti. E cresce l’ attesa da parte degli affezionati della manifestazione grazie e soprattutto al ritorno delle grandi sezioni: Cinema, Classica, Teatro, Jazz. Non mancherà la sezione dedicata alle mostre, all’architettura, all’arte in ogni sua forma, e che saranno ospitate nelle stanze di Palazzo Sersale. Un grande ritorno poi, sarà la mostra di architettura non costruita “Segni, Sogni e Disegni”, patrocinata dall’Ordine degli Architetti di Cosenza, un’esposizione che propone luoghi reali e spunti di città immaginarie, punti di vista i cui esiti aprono a scenari nuovi e innovativi. Attesa assoluta per il Jazz, che tornerà in una location creata ad hoc nella piazza principale di Cerisano. Nomi di caratura nazionale ed internazionale, tra le migliori espressioni della scena jazzistica italiana saranno presenti nel ricco cartellone della rassegna, da Enrico Rava, trombettista di fama mondiale, a Joy Garrison, vocalist newyorchese, figlia del leggendario Jimmy Garrison, che sarà a Cerisano accompagnata da tre musicisti d’eccezione e poi ancora, Camille Bertault, giovanissima cantante parigina espressione di un jazz colto, vivace, raffinato. Ad accompagnarla nella presentazione del suo album, “En Vie”, sarà il pianista Fady Farah. E poi ancora la straordinaria presenza del talentuoso batterista italiano Roberto Gatto, musicista grintoso e poliedrico che a Cerisano omaggerà l’indimenticato Elvis Jones. Attesa anche per il Gianluca Guidi Jazz Quintet, una composizione di tutto rispetto per il figlio di Jonny Dorelli, che porterà in scena “To Frank”, un tributo a Frank Sinatra. Anche la sezione teatrale ospiterà brillanti commedie, molte delle quali saranno portate in scena da compagnie calabresi, così da voler sottolineare l’importanza, da parte del sindaco Di Gioia, di valorizzare i talenti della nostra terra. Protagonista dell’ultima serata, quella di sabato 10, sarà invece Katia Ricciarelli in “Recital”, uno spettacolo dedicato a grandi successi di musica come Granada, Le Vie En Rose, Un Amore Così Grande, Funiculì Funiculà. La Ricciarelli sarà accompagnata dal tenore pugliese Francesco Zingariello. La “Classica”, invece, si articolerà su due stili, il canto lirico e il tango. L’opera “Nina o sia la pazza per amore” di Giovanni Paisiello, del quale ricorre quest’anno il duecentenario della morte, sarà protagonista di tre serate, Prova Aperta, Prova Generale e Gran Finale. Il ballo argentino, invece, avrà il suo punto di forza sia nello spettacolo di Marco Gemelli e i Solisti della Filarmonica, che in Sertango una rappresentazione unica nel suo genere, dove il Tango incontra il Jazz. Spazio anche per il grande cinema con la proiezione di pellicole di successo, molte delle quali premiate alla cerimonia degli Oscar 2016. L’arena Chiusi ospiterà poi giorno 9 settembre, una macrofilmcommission tra Basilicata e Calabria alla presenza di Paride Leporace, direttore Lucana film Commission e Pino Citrigno, presidente Calabria film Commission. A seguire la proiezione di tre corti realizzati grazie al contributo del #bandoallacrisi della Regione Basilicata. Palazzo Sersale oltre ad ospitare la sezione “Classica”, sarà anche il luogo destinato all’arte e alla cultura. Numerosi saranno, infatti, gli espositori provenienti dall’intera provincia, che allestiranno con le loro opere e le loro creazioni gli spazi della magnifica struttura. Non mancheranno le giornate dedicate alla cultura e al dibattito. Nel corso della conferenza stampa di giovedì prossimo sarà illustrato l’intero programma del Festival delle Serre 2016 e saranno presentate anche tutte le altre iniziative collaterali. Il Festival delle Serre 2016 sarà anche social. A breve il programma completo e tutte le iniziative, nonché le informazioni necessarie saranno disponibili sul sito www.festivaldelleserre.it – Durante i sette giorni sarà anche possibile seguire gli eventi sui social. Su Facebook sulla pagina Festival delle Serre, su Instagram #festivaldelleserre2016 e su Twitter sulla pagina Festival delle Serre @festdelleserre.