• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro -Vigilesse aggredite,”città stanca di chi non vuole rispettare regole”

    Catanzaro -Vigilesse aggredite,”città stanca di chi non vuole rispettare regole”

    Di fronte all’ennesimo atto di aggressione subito dalla polizia municipale il sindaco Sergio Abramo e l’assessore alle attività economiche e alla Polizia municipale, Giovanni Merante, hanno espresso vicinanza e solidarietà alle due vigilesse che questa mattina, nello svolgimento del loro compito di controllo nel mercato rionale di Lido, per il rispetto della legalità, sono finiti in una vera e propria “imboscata” organizzata da ambulanti extracomunitari trovati ad esporre prodotti contraffatti e a vendere abusivamente, i quali, con atteggiamento violento e malavitoso le hanno aggredite.
    Durante l’azione svolta dagli agenti le due vigilesse hanno riportato danni sul corpo tanto da dover ricorrere alle cure sanitarie. “La città è stanca di aggressioni che si ripetono da parte di chi non vuole rispettare le regole – hanno sottolineato Abramo e Merante – Comportamenti a volte violenti, altre volte sprezzanti, arroganti e minacciosi vengono rivolti nei confronti di chi svolgendo con coscienza il proprio dovere si vede aggredita a malo modo. La polizia municipale è sempre in prima linea sul territorio comunale a combattere contro tutte le trasgressioni delle regole del vivere civile e paga troppo spesso le conseguenze del proprio impegno anche con danni fisici e morali. L’amministrazione – hanno proseguito Abramo e Merante – denuncerà e contrasterà come sempre e con tutte le modalità questi atti di prevaricazione, ma è altrettanto importante che non ci sia nessun tipo di giustificazione e che la città risponda compatta. Tutte le Istituzioni dovranno,quindi, intervenire in maniera coordinata perché si possa instaurare, anche in questo settore di rilevante aspetto economico,in un clima di serenità e di rispetto delle persone e delle regole. A tal proposito chiederemo al Prefetto un tavolo di concertazione con le forze di Polizia, Guardia di Finanza e Polizia municipale per avviare subito un’azione di contrasto e di disincentivazione all’acquisto di merce contraffatta che oltre che nei mercatini viene venduta sulle spiagge e sul lungomare di Lido. Da parte nostra chiederemo fin da subito al comandante della Polizia municipale, generale Giuseppe Antonio Salerno, di potenziare il servizio nelle aree mercatali e nelle zone maggiormente esposte a tale fenomeno. Lunedì – hanno chiarito il sindaco Abramo e l’assessore Merante – predisporremo un’apposita ordinanza con la quale verrà vietato contrattare e acquistare merce posta in vendita in violazione alle norme sul commercio da parte degli extracomunitari. Le violazioni all’ordinanza, fermo restando l’eventuale applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste dalle vigenti disposizioni legislative e regolamentari, sono punite con la sanzione pecuniaria così come prevedono le leggi nazionali in materia che vanno da un minimo di cento a un massimo di settemila euro. Il nostro appello dunque, è quello di evitare l’acquisto di merce contraffatta anche sull’arenile del nostro litorale al fine di evitare le conseguenze previste dalla legge. L’episodio di questa mattina, nella sua spiacevolezza, ci offre lo spunto per riflettere su come gli Agenti di polizia municipale, nonostante le gravi carenze di organico, svolgano con dedizione e puntigliosità il compito di controllo del territorio al fine di garantire sicurezza e legalità trovando in questo la netta condivisione delle persone e degli operatori onesti. Ringraziamo, quindi – hanno concluso il sindaco Abramo e l’assessore Merante – il corpo di polizia municipale e ribadiamo la piena vicinanza e solidarietà alle due vigilesse ferite”.