• Home / CALABRIA / ‘Ndrangheta – Arrestati Rosario Mirabelli e Sandro Principe

    ‘Ndrangheta – Arrestati Rosario Mirabelli e Sandro Principe

    Sono dieci le persone arrestate dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza su ordine della Dda di Catanzaro. Fra gli arrestati ci sono l’ex sottosegretario al Lavoro Sandro Principe (in foto a sinistra), ex assessori e consiglieri. Gli altri politici coinvolti nell’operazione sono un altro ex sindaco di Rende, Umberto Bernaudo, l’ex consigliere regionale Rosario Mirabelli (in foto a destra) e l’ex consigliere provinciale Pietro Ruffolo. Ci sono anche quattro esponenti di vertice della cosca di ‘ndrangheta “Lanzino-Ruà”, egemone in provincia di Cosenza, per cui è stata disposta la custodia in carcere mentre per gli altri si è fatto ricorso alla misura dei domiciliari. L’ex sottosegretario è stato un sindaco di Rende, e assessore e consigliere regionale della Calabria. Gli altri destinatari del provvedimento sono un ex consigliere regionale della Calabria e consigliere comunale di Rende; un ex sindaco di Rende ed ex consigliere provinciale; un ex consigliere provinciale di Cosenza ed ex assessore Comunale di Rende; un ex assessore comunale di Rende. I reati contestati a vario titolo sono concorso esterno in associazione mafiosa, voto di scambio, corruzione.
    Le indagini, condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, sono state svolte dal Nucleo investigativo del comando provinciale di Cosenza e hanno delineato un “intreccio” politico/mafioso che ha consentito a candidati alle varie tornate elettorali per il rinnovo del consiglio comunale di Rende, dal 1999 al 2011, per il rinnovo del consiglio provinciale di Cosenza del 2009 e del consiglio regionale della Calabria del 2010, di ottenere l’appoggio elettorale da parte di personaggi di rilievo della cosca di ‘ndrangheta “Lanzino-Rua'” di Cosenza, gia’ tutti definitivamente condannati per “associazione mafiosa”, in cambio di favori.