• Home / CITTA / Isola Capo Rizzuto (KR) – Lavori Consiglio Comunale sulla Crisi dell’Agricoltura

    Isola Capo Rizzuto (KR) – Lavori Consiglio Comunale sulla Crisi dell’Agricoltura

    Si è discusso del preoccupante momento che sta attraversando il settore agricolo e il comparto ortofrutticolo nel consiglio comunale odierno, indetto ad hoc dal presidente del Civico Consesso, Antonio Frustaglia, per trovare una soluzione univoca insieme agli stessi agricoltori e alle organizzazioni di categoria. Un consiglio comunale aperto e straordinario, per rimarcare l’indubbia e notevole attenzione che, questa maggioranza guidata dal Sindaco Gianluca Bruno, dedica all’intero settore, considerato da sempre il volano di sviluppo di tutto il territorio. Non a caso, in data 23.02.2016 prot. 2748, è stata chiesto alla Regione Calabria un sopralluogo urgente per stima dei danni al settore agricolo e specificatamente per le colture ortive nel territorio comunale a seguito dell’eccesso termico per il periodo 1/12/2015 – 21/02/2016 in quanto tutto il territorio comunale è stato interessato da un rialzo anomalo delle temperature per il periodo sopradescritto, causando ingenti danni economici all’intero comparto agricolo e produttivo della zona. Il consiglio ha visto l’intervento di diversi esponenti politici, dopo l’apertura del presidente del consiglio Antonio Frustaglia, ha preso parola il consigliere di maggioranza Maurizio Piscitelli, che si è detto vicino a questa lotta essendo anch’esso figlio di agricoltori; In seguito è intervenuto il consigliere di minoranza Milone che ha dato piena disponibilità al consiglio e agli agricoltori. Non solo esponenti di Isola però, al tavolo erano presenti anche il vice Sindaco di Rocca di Neto, Salvatore Claudio Cosimo e il sindaco di Botricello Tommaso Laporta, presente soprattutto l’onorevole Flora Sculco, in rappresentanza della Regione Calabria. Il consigliere regionale si è detto aperta ad ogni soluzione, promettendo di stare vicina agli agricoltori di zona in questo momento di difficoltà, cercando una soluzione univoca e immediata. Poi si sono susseguiti gli interventi dei rappresentati delle organizzazioni di categoria: Pietro Bozzo, Coldiretti Crotone; Luigi Albo, Cia; Salvatore Pignataro, presidente della Copagri; Aldo Luciano, per Confagricoltura. A chiudere il consiglio il Sindaco Gianluca Bruno, che ha prima annunciato agli agricoltori che proprio nella mattinata odierna la Regione Calabria lo ha contattato per programmare i sopralluoghi richiesti. Il primo cittadino propone poi una filiera agli agricoltori del territorio: “Non potete andare avanti in queste condizioni, bisogna stare tutti insieme e ve lo ribadisco come sindaco. Siete imprenditori e non potete essere schiavi di gente che arriva da fuori regione, insieme si hanno più forze per andare avanti, si hanno messo spese, meno macchine agricole e uno sviluppo migliore. Nelle condizioni attuali non può mantenere un numero così alto di aziende, abbiamo un prodotto straordinario ma se non cambiamo testa e modi pensare le cose andranno sempre peggio. Sul territorio sta già nascendo una filiera degli allevatori, hanno già presentato un PIF insieme al Consorzio Pecorino Crotonese, saranno più di venti aziende, noi siamo fieri di loro e gli staremo vicino. Questa strada devono prenderla anche gli agricoltori, altrimenti sarà difficile aiutarvi”. Alla fine del consiglio sono state tante le proposte pervenute, ora si cercherà di stilare un documento tecnico adeguato per proporre al Ministero dell’Agricoltura una soluzione univoca.