• Home / CITTA / Catanzaro / Rapporto Agromafie – Reggio Calabria la seconda provincia con maggiore densità criminale

    Rapporto Agromafie – Reggio Calabria la seconda provincia con maggiore densità criminale

    La Calabria continua a risultare anche nell’ultimo rapporto sulle Agromafie di Coldiretti, una delle regioni dove il grado di controllo criminale del territorio è pressoché totale.

    Reggio Calabria, infatti, con il 99,4%, è la seconda provincia, dopo Ragusa, con la maggiore intensità dell’associazionismo criminale. Subito dopo Napoli.

    E’ quanto emerge dell’Indice di Organizzazione Criminale (IOC) che si fonda su 29 indicatori specifici e rappresenta la diffusione e l’intensità, in una determinata provincia, del fenomeno dell’associazione criminale, in considerazione delle caratteristiche intrinseche alla provincia stessa e di conseguenza sia di eventi criminali denunciati sia di fattori economici e sociali, presentato oggi a Roma.

    Anche il complesso delle province calabresi risulta profondamente soggetto all’associazionismo criminale, a partire da Reggio Calabria (99,4) fino alle restanti province (Vibo Valentia: 65,3; Crotone: 58,4; Catanzaro: 55,3; Cosenza: 47,3).