• Home / CITTA / Trentaseienne ucciso nel reggino: sarebbe stato il figlio a far partire il colpo

    Trentaseienne ucciso nel reggino: sarebbe stato il figlio a far partire il colpo

    Sarebbe stato il figlio quattordicenne di Francesco Sergi, il 36enne ucciso nei giorni scorsi a Platì, nel reggino, a far partire accidentalmente il colpo che ha ucciso l’uomo. Il ragazzo stava giocando con la pistola del padre. Secondo indiscrezioni trapelate, si legge sul “Il Messaggero”, il ragazzo avrebbe confessato dinanzi al magistrato. Inizialmente gli investigatori avevano pensato ad un agguato di stampo mafioso, ma ieri si era arrivati alla conclusione che Sergi fosse morto a causa di un incidente. 

    Francesco Sergi era stato ritrovato nei pressi di un casolare di sua proprietà, in piena campagna. Quando i militari dell’Arma sono giunti sul luogo dell’omicidio, l’uomo era riverso tra i cespugli, ma nonostante l’intervento del 118 e la corsa in ospedale, per il 36enne non c’è stato nulla da fare.