• Home / CITTA / Catanzaro / Operazione Kyterion 2 – L’avvocato: la “faccia pulita” della cosca…
    CORDA Rocco
    CORDA Rocco

    Operazione Kyterion 2 – L’avvocato: la “faccia pulita” della cosca…

    Rocco Corda, avvocato iscritto al foro di Crotone, avrebbe partecipato alla cosca Grande Aracri di Cutro attivamente. Ne è convinto il Gip, Domenico Commodaro, che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare, e ne sono convinti gli inquirenti che oggi hanno arrestato il professionista crotonese con l’accusa di essere parte integrante della ‘ndrangheta.
    Corda avrebbe insieme ad altri, secondo quanto ricostruito dagli investigatori attraverso le intercettazioni, organizzato “le attività delittuose del sodalizio di appartenenza, pianificando le vicende estorsive sia in relazione all’individuazione delle vittime, sia in relazione alle stesse modalità esecutive, curavano le attività connesse e strumentali a possibili traffici internazionale di sostanze stupefacenti, provvedevano al reperimento di armi, munizioni, al reimpiego di capitali illeciti, al controllo diretto e/o indiretto delle attività economiche (lavori edili pubblici e privati, energie rinnovabili, villaggi turistici…) e del territorio…”.
    Corda, è considerato la “faccia pulita” del boss Nicolino Grandi Aracri. Colui che gestiva gli affari senza destare sospetti.
    “Si dimostra soggetto – scrive il gip Domenico Commodaroriferendosi all’avvocato Corda – capace di veicolare informazioni ed ‘imbasciate’ illecite, addirittura venendo inviato dal Grande Aracri Nicola presso cantieri o presso gli amministratori di villaggi turistici al fine di realizzare gli interessi della cosca…”.

    Del resto chiarisce il procuratore Bombardieri nel corso della conferenza “se l’avvocato Corda non fosse stato in organico alla ‘ndrangheta non avrebbe potuto prendere parte a quelle riunioni al vertice in cui si discuteva degli omicidi, come quello di Dragone”.

    Clara Varano