• Home / CITTA / Medico ucciso, cranio fracassato: la Procura avrebbe già un sospettato

    Medico ucciso, cranio fracassato: la Procura avrebbe già un sospettato

    La dottoressa di Cetraro uccisa ieri pomeriggio è stata aggredita con un piede di porco. L’arma, secondo quanto scritto sulla Gazzetta del Sud, è stata ritrovata poco distante dal luogo del delitto dai carabinieri che hanno rinvenuto capelli e materia grigia sull’oggetto che la procura ritiene sia stato utilizzato per uccidere Anna Girodanelli. Il procuratore Bruno Giordano, che coordina le indagini ha confermato che c’è già un sospettato che in queste ore è stato sentito dagli inquirenti. Resta ancora un mistero il perché il medico del centro cosentino sia stata brutalmente assassinata.

    Trovata da un passante in una pozza di sangue – Aggiornamenti ore 10.31

    Anna Giordanelli faceva quel percorso sempre per la solita passeggiata. Era conosciuta e stimata da tutti a Cetraro e la sua morta ha lasciato sconcertati tutti i cittadini. Le indagini degli inquirenti stanno battendo tutte le piste, specie quelle legate alla sua professione. Cranio fracassato da qualcuno in quello che all’inizio si credeva un incidente. Lei riversa per terra sul marciapiedi trovata in una pozza di sangue da un passante che ha dato l’allarme. Ma dall’ipotesi dell’incidente si è passati presto a quella dell’omicidio. Un colpo vibrato con forza all’altezza della nuca, probabilmente colpita alle spalle, ed una ferita alla fronte provocata, quasi certamente perimortem, forse causato dalla caduta.

    Stava facendo jogging – ore 7.31

    Una donna è stata uccisa a Cetraro, in provincia di Cosenza, mentre correndo per strada. Inutili i soccorsi giunti sul posto dopo la presunta aggressione, per la donna, un medico, Anna Giordanelli, di 53 anni, non c’è stato nulla da fare. Sulle dinamiche indagano Carabinieri e Polizia, ma al momento gli inquirenti non si sbilanciano sui moventi dell’omicidio: un tentativo di rapina o altri motivi.. Era sposata con figli, è stata aggredita per strada mentre passeggiava in una via della periferia del paese e colpita alla testa con un corpo contundente. La morte della donna è stata istantanea. Sul movente dell’omicidio, al momento, non si esclude alcuna ipotesi. Sul cadavere della vittima è stata disposta l’autopsia.

    Le indagini della Procura di Paola

    Intanto, sottolinea il procuratore Bruno Giordano, della Procura di Paola, “tutte le ipotesi sono al vaglio”. I carabinieri stanno analizzando anche le tracce di pneumatici rinvenute sull’asfalto in prossimità del punto del marciapiede in cui la donna è stata aggredita: potrebbero appartenere all’automobile dell’aggressore. “Dobbiamo valutare tutti gli elementi possibili – ha detto ancora Giordano – prima di poter formulare ipotesi complete sulla natura di questo omicidio, che al momento appare indecifrabile“.