• Home / CITTA / Bimbo nato morto: ginecologo sospeso, ispettori all’ospedale di Cosenza
    ambulanza soccorsi

    Bimbo nato morto: ginecologo sospeso, ispettori all’ospedale di Cosenza

    Neonato nato morto all’ospedale Annunziata di Cosenza. La madre è arrivata al pronto soccorso accusando dolori, ma il bambino è nato morto. La direzione dell’ospedale ha aperto un’inchiesta interna per verificare quanto accaduto e stabilire eventuali responsabilità.

    A riferirlo, con un comunicato, é il Direttore generale dell’Azienda ospedaliera, Achille Gentile.
    “L’indagine – si afferma nella nota – ha lo scopo di acquisire gli elementi necessari per una compiuta valutazione dell’accaduto, accertare eventuali responsabilità e adottare i conseguenti provvedimenti”.
    Nella nota il Dg Gentile afferma che “il parto, avvenuto per via spontanea, ha presentato difficoltà nel momento dell’espulsione del feto, morto per cause ancora in corso di accertamento. Le condizioni di salute della puerpera, alla terza gravidanza, ricoverata stamane e sottoposta a tutti gli accertamenti strumentali che risultavano regolari, sono buone”.

    L’intervento della Regione

    La vicenda del bambino nato morto ha immediatamento suscitato l’intervento della Regione Calabria: “In merito al tristissimo e gravissimo evento luttuoso che si è verificato presso l’Azienda Ospedaliera L’Annunziata di Cosenza, nel quale un nascituro ha perso la vita, il Presidente della Regione ha disposto che il Dipartimento Tutela della Salute aprisse un’immediata e rigorosa inchiesta sull’evento stesso”.

    Sospeso il ginecologo coinvolto

    “Anche d’intesa con la Struttura Commissariale, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza è stato invitato a sospendere immediatamente il ginecologo coinvolto, fino al completamento delle indagini che saranno avviate dal Dipartimento e dagli Organi competenti”.