• Home / CITTA / Riscuote la pensione della nonna morta: carabinieri sequestrano 131mila euro
    carabinieri controlli

    Riscuote la pensione della nonna morta: carabinieri sequestrano 131mila euro

    I Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con il supporto dei colleghi della Compagnia di Tropea e di quelli di Modena stanno eseguendo un decreto di sequestro per equivalenti per un valore complessivo di 131 mila euro. Il provvedimento, a firma del gip presso il tribunale di Vibo Valentia, è frutto di un’attività d’indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia che hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza in capo ad una donna di 37 anni residente in Rombiolo, A.O., ritenuta responsabile del reato di indebita percezione di erogazioni in danno dello Stato. Gli uomini dell’Arma hanno infatti dimostrato che la donna, delegata dall’anziana nonna a riscuotere la pensione, alla morte della stessa non eseguiva le dovute comunicazioni all’ente previdenziale statale che quindi ha continuato ad erogare puntualmente, ogni mese, gli emolumenti pensionistici. I Carabinieri hanno acquisito quindi tutta la documentazione utile alla ricostruzione della vicenda: da qui il provvedimento del Giudice che ha ordinato il sequestro di tutti i beni intestati alla donna sino ad arrivare a coprire la somma di 131mila euro (a tanto ammontano infatti i canoni pensionistici percepiti fraudolentemente). I Carabinieri hanno posto in sequestro due autovetture, due conti correnti, un’impresa individuale e diversi buoni fruttiferi postali.