• Home / CITTA / Due infermiere di Reggio salvano la vita di un uomo a Rogliano: “Passavano di lì…”
    Autostrada nubifragio

    Due infermiere di Reggio salvano la vita di un uomo a Rogliano: “Passavano di lì…”

    Un malore, la macchina sbanda e ti ritrovi tra la vita e la morte a ridosso di un guardrail, fino a che due giovani infermiere non passano di lì e prendono in mano la situazione. Potrebbe sembrare la scena di un film, e invece è accaduto veramente nei pressi di Rogliano, in provincia di Cosenza.

    Due infermiere, in servizio ai Riuniti, Ada Bianca e Alessandra Iamonte, sabato mattina stavano andando a Montalto Uffugo, per motivi personali, non erano certo in servizio, quando hanno notato un’auto finita contro il guardrail. Il conducente era stato sbalzato dal posto di guida al posto del passeggero ed era con il capo reclinato sul petto e stava soffocando.

    Le due infermiere sono entrate subito in azione, senza esitare un istante, così come impone un codice deontologico che non per tutti ha sempre valore. Mentre una di loro sosteneva dalle spalle il ferito, l’altra, dopo aver constatato che l’uomo era vivo, controllava i parametri vitali e a mani nude, dopo aver aperto la bocca dell’uomo, correndo un grosso rischio, riusciva a tirare fuori la lingua impedendogli di soffocare.

    Un intervento tempestivo, che ha probabilmente salvato la vita S.R., padre di famiglia, avvenuto davanti agli occhi di passanti e forze dell’ordine. Sul posto è arrivata, infatti, quasi subito la pattuglia della Stradale di Lamezia, nell’attesa dell’arrivo del 118 giunto poco dopo per trasportare il malcapitato in codice rosso al Pronto Soccorso dell’Annunziata di Cosenza, dove, dopo le prime cure del caso e superato lo stato di shock in cui versava è stato dimesso.

    Una storia bella, che ci è stata segnalata da una nostra lettrice e che meritava di essere raccontata perché per una volta mette in luce un aspetto positivio: ci sono ancora persone con una coscienza.