• Home / CITTA / Calabria sul piede di guerra contro Eni: Regione pronta ad agire, con Crotone, contro Eni
    Crotone centrale_hera_lacinia_2

    Calabria sul piede di guerra contro Eni: Regione pronta ad agire, con Crotone, contro Eni

    I deputati calabresi del Partito Democratico sono in piena sintonia con la linea espressa dal sindaco Vallone e dal Consiglio Comunale rispetto ai rapporti tra la città di Crotone ed Eni.
    E’ quanto emerso nel corso dell’incontro che si è tenuto ieri a Catanzaro tra una delegazione di deputati calabresi del Partito Democratico guidati dall’On. Ernesto Magorno, segretario del Partito Democratico in Calabria, ed il sindaco di Crotone Peppino Vallone.
    Con il sindaco era presente all’incontro il presidente del Consiglio Comunale Arturo Crugliano Pantisano.
    Una condivisione piena, espressa dalla deputazione calabrese, sulla necessità di istituire un tavolo governativo che affronti la tematica, in quanto la travagliata vicenda dei rapporti tra Crotone ed Eni ha assunto una criticità enorme che incide in maniera negativa sullo sviluppo del territorio.
    A tale proposito i deputati del Partito Democratico espressione della Calabria chiederanno al Governo ed al Presidente del Consiglio l’immediata istituzione di un tavolo che veda la partecipazione della città, della Regione e di Eni, alla quale non si può più consentire di fare la parte del convitato di pietra.
    La popolazione crotonese secondo i deputati PD della Calabria ha già subito troppo in questi lunghi anni di travagliata presenza del colosso a sei zampe nel territorio.
    “Ritengo particolarmente positiva questa disponibilità offerta dai deputati della Calabria del Partito Democratico così come quella delle voci che si stanno levando a tutti i livelli rispetto alla tematica che abbiamo posto nel recente Consiglio Comunale” dichiara il Sindaco Peppino Vallone
    “Fondamentale è il raccordo con la Regione e con il presidente Oliverio che ha condiviso questo tema, con la Regione Calabria pronta ad assumere un ruolo guida, insieme alla città Crotone, in una vertenza che supera i confini cittadini e che investe l’intero territorio calabrese” conclude il sindaco Vallone