• Reggio – Osservatorio provinciale per la sicurezza stradale, riunione il 15 ottobre

    Riunione periodica dell’Osservatorio provinciale sulla sicurezza stradale il prossimo 15 ottobre, presso il Palazzo del Governo.
    L’ Osservatorio, di recente costituito dal Prefetto Claudio Sammartino, è deputato ad avviare una tempestiva attività di analisi e di approfondimento delle cause degli incidenti stradali più gravi nonché, in stretta connessione, delle principali criticità del sistema viario della provincia, mediante la georeferenziazione degli eventi, utile anche ad indirizzare prioritariamente le iniziative degli Enti proprietari delle strade.
    Obiettivo principale dell’attività dell’Osservatorio è la realizzazione e l’aggiornamento costante di una mappa degli incidenti stradali quale strumento conoscitivo volto ad orientare in maniera mirata i servizi di prevenzione ed utile indicatore per gli interventi da realizzare sulle arterie maggiormente “a rischio”, soprattutto di carattere manutentivo e di miglioramento del tracciato e della segnaletica, della cui efficacia viene effettuato un costante monitoraggio anche con riferimento ai profili di vulnerabilità del sistema di prevenzione generale ed alla verifica dell’effettività delle sanzioni irrogate.
    Al concesso parteciperanno, oltre ai componenti delle Forze dell’Ordine ed agli Enti statali e provinciali, proprietari delle strade, anche rappresentanti delle Associazioni “Basta vittime sulla S.S. 106”, “Stefania Sità” e “Basta vittime della strada e sulla strada”.
    Durante la riunione saranno esaminati, fra l’altro, i risultati dei servizi di vigilanza stradale effettuati lungo le tratte S.S. 682 e S.S.106 Jonica e che, su disposizione del Prefetto Sammartino, sono stati intensificati durante la stagione estiva con l’attivazione di specifici e periodici posti di controllo della velocità e di altri comportamenti di guida.
    In particolare, saranno analizzati i dati dei controlli svolti nel terzo trimestre dell’anno, anche attraverso l’impiego di apparecchi rilevatori della velocità lungo la S.S. N. 106 e la S.S. 682 (c.d. Jonio Tirreno), nonché quelli forniti dal Compartimento Anas relativi alle rilevazioni degli apparecchi fissi di velocità installati lungo la medesima S.S. 682.