• Home / CITTA / Pusher tenta la fuga buttando 200 grammi di cocaina: arrestato dai carabinieri a Scalea

    Pusher tenta la fuga buttando 200 grammi di cocaina: arrestato dai carabinieri a Scalea

    La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Scalea, in occasione della intensificazione dei controlli predisposti dal locale Comando Compagnia per l’approssimarsi dell’esodo di ferragosto, hanno tratto in arresto un pluripregiudicato di Sala Consilina, in atto avvisato orale, per detenzione ai fini di spaccio di circa 200 (duecento) grammi di cocaina. Il tutto ha inizio in Belvedere Marittimo, sulla SS 18, dove una gazzella dell’Arma nota un giovane che stava percorrendo la strada a forte velocità tenendo nella mano destra un pacco di medie dimensioni. Il particolare non è sfuggito ai militari che hanno deciso di procedere ad un controllo volante dell’uomo che, accortosi di essere tallonato dalla pattuglia, dapprima si è voltato indietro con aria di scherno e subito dopo ha accelerato in maniera repentina per darsi alla fuga, sottrarsi al controllo e far perdere le proprie tracce. A quel punto ne è nato un inseguimento reso ancora più difficoltoso dal traffico, molto intenso in questo periodo sulla strada Statale, che ha costretto i militari ad azionare i dispositivi di emergenza e a effettuare manovre pericolose al fine di non perdere mai di vista il fuggitivo. L’uomo alla guida del mezzo, facilitato dal traffico, dopo avere effettuato delle manovre sconsiderate ponendo a rischio l’incolumità dei militari nonché degli utenti della strada, vistosi quasi raggiunto, si è diretto verso il centro abitato di Belvedere Marittimo per confondersi tra la folla, che a quell’ora era per strada, e guadagnarsi, così, l’impunità. Non avendo avuto vita facile per il continuo inseguimento, ha deciso di disfarsi di quello che portava con sé e, approfittando della confusione che si era creata, è riuscito a dileguarsi tra la folla. I militari, solo a quel punto, hanno dovuto desistere dal loro proposito ma hanno recuperato la scatola gettata poco prima dall’uomo e scoprendo che all’interno della stessa vi era della polvere bianca suddivisa in tre involucri che, da subito, è sembrata essere sostanza stupefacente del tipo cocaina. Nel frattempo, però, gli stessi militari operanti avevano provveduto ad allertare la Centrale Operativa che a sua volta, in poco tempo, allarmava tutti i servizi di pattuglia presenti sul territorio scatenando, così, una vera caccia all’uomo con la predisposizione di numerosi posti di blocco sul tutto il territorio. La pressione degli investigatori costringeva il fuggitivo, così come accertato in un secondo momento, ad abbandonare il mezzo su cui viaggiava. La sua fuga, però, non aveva lunga durata in quanto interrotta, poco dopo, nel Comune Tortora marina dove è stato rintracciato ed arrestato. A costargli cara è stata la sua agitazione ed il suo tentativo di confondersi tra la folla. Il giovane, infatti, sentendosi braccato temendo di essere riconosciuto, benché fosse calata la sera, se ne andava in giro per il centro del paese con una asciugamano addosso al fine di non far notare l’abbigliamento indossato. Anomalia che non è sfuggita a qualche passante che ha avvisato in numero di pronto intervento 112 segnalando il fare sospetto dell’uomo che si aggirava nei pressi di alcuni esercizi pubblici del piccolo centro turistico. L’immediato intervento di una pattuglia di militari lì presente ed ancora impegnata per le ricerche ha permesso di bloccare il fuggitivo nonostante un nuovo tentativo di fuga a piedi, questa volta senza successo. Portato presso il Comando Compagnia di Scalea è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e, su disposizione del PM di turno della Procura di Paola, è stato tradotto presso il carcere di Paola in attesa dell’udienza di convalida dinanzi al GIP.