• Home / CITTA / Fabius Constable & The Celtic Harp Orchestra: le date dei concerti nel reggino

    Fabius Constable & The Celtic Harp Orchestra: le date dei concerti nel reggino

    Lui è l’arpista che ha saputo incantare il panorama internazionale con i suoi virtuosismi imprevedibili. Di provenienza geografica comasca ma con radici calabresi. Loro sono alcuni dei solisti della Celtic Harp Orchestra, l’orchestra di arpe più conosciuta e apprezzata al mondo da lui fondata e in continua evoluzione da oltre tre lustri.
    Fabius Constable, accompagnato da alcuni dei suoi prodi compagni arpisti, saranno i protagonisti di due appuntamenti imperdibili nella terra di Calabria per offrire un assaggio “in due tempi” dello spettacolo “Finis Terrae – Musiche dai confini del Mondo” .

    Mercoledi 12 Agosto 2015 alle ore 21,30 sarà un ritorno delle magiche arpe della Celtic Harp Orchestra a Casignana (RC) tra i famosi mosaici della Villa Romana per farli rivivere ancora una volta come lo scorso anno sotto un cielo trapuntato di stelle , con suggestivi giochi di luce e soluzioni ritmiche scoppiettanti ed estrose che daranno al concerto il sapore di un’esperienza unica e nuova, gettando un ponte fra passato e contemporaneità, e per offrire al pubblico il piacere di immergersi ed essere trasportato in un viaggio nello spazio e nel tempo al suono di centinaia di corde d’arpa che vibrano contemporaneamente. L’ingresso sarà a offerta libera.

    Venerdi 14 Agosto 2015 bisognerà recarsi a Gerace (RC), la “Città bella, illustre e grande” oggi uno dei Borghi più belli d’Italia situata a oltre 400 mt sul livello del mare , sulla rupe che domina 50 Km. di costa e raggiungere la Chiesa di San Francesco d’Assisi proprio nel cuore di questo grazioso borgo medievale. Sarà questa ad accogliere il secondo appuntamento con lo spettacolo “Finis Terrae” ideato da Fabius Constable appositamente in occasione del grande evento mondiale Expo Milano 2015 e inaugurato con la Stagione Notte 2015 del Teatro Sociale di Como dal titolo Il Canto della Terra fra i concerti che hanno avuto per tema portante l’equilibrio fra uomo e natura.
    Tutt’altro che scontato il repertorio del quale il pubblico sarà testimone fra le mura della monumentale struttura gotica, oggi sconsacrata, edificata a cavallo tra il XII e il XIII secolo e riaperta ai cittadini geracesi e ai visitatori solo da due anni. Piuttosto il continuum della serata alla Villa Romana.
    Alle ore 22,00 la Piazza delle Tre Chiese ripercorrerà, a colpi di dardi armonici, la sua storia e la storia dei personaggi che ivi vollero lasciare traccia perenne del loro passaggio.

    L’originalità e l’alta qualità musicale di questo ensemble, in perfetta sintonia con i propositi di istituzioni ed esperti del settore per ampliare lo sguardo alle molteplici potenzialità che la Calabria, la Locride e Gerace offrono rispetto al panorama artistico-culturale dei propri monumenti, daranno vita ad un connubio artistico armonico ed al contempo esplosivo che hanno estasiato il pubblico nei contesti più suggestivi d’Italia e nel mondo : dal Duomo di Milano al Vittoriale degli Italiani, dall’Arena Incisa Rocchetta del Bolgheri Melody fino al Teatro della Versiliana , il Parco della Musica di Roma e l’Ambasciata Italiana Tokyo, solo per citarne alcune in Italia e all’estero.
    La musica della Celtic Harp Orchestra è questo: un viaggio dell’anima nel tempo e nello spazio, passando attraverso le note di brani tradizionali, a musiche sacre del medioevo europeo, a molti pezzi originali dove la fusione e la ricerca dominano.

    Nessuna anticipazione sui rispettivi programmi di serata se non che il vibrar di corde sarà esaltato dalla sublime e poliedrica voce del soprano Donatella Bortone e che durante i concerti il pubblico sarà condotto in un immaginario viaggio che parte dalle antiche leggende scozzesi per passare alle vicende, reali, dei Re d’Irlanda e di Bretagna, percorrendo il Vecchio Continente per poi giungere al Nuovo Mondo, contaminando i ritmi con le note argentine del tango e dello swing, e tornare ai colori tipici della nostra cultura mediterranea, fino alle nostre radici culturali. D’altro canto ogni concerto della Celtic Harp Orchestra differisce completamente da qualsiasi esibizione precedente.
    Ecco cosa colpisce delle composizioni di Fabius Constable , la capacità di attingere dalla storia per riportare alla memoria eventi ben noti a tutti con quei dettagli che ai molti sfuggono , la continua ricerca nel proprio profondo per dar voce, e corde, ai nobili sentimenti radicati in ognuno di noi per dar forma e vita ad un’arte antica quanto il mondo: la musica che scaturisce dalle vibrazioni dell’arpa.

    Fra le sorprese attese alcuni inediti come Valzer for Charlotte”, il brano composto e suonato da Fabius Constable per la secondogenita delle Altezze Reali il Duca e la Duchessa di Cambridge William e Kate e per il quale Buckingham Palace ha inviato al Maestro Constable una lettera ufficiale di ringraziamento per il prezioso dono, e “On Sykilos”, la più antica musica mai scritta e incisa su uno scoglio : ancora una volta la memoria è affidata alla pietra..
    Unico elemento invariato sarà il piacere di trascorrere una serata extra-ordinaria in compagnia della Celtic Harp Orchestra e del suo eclettico direttore Fabius Constable.

    Per tutti i fan, infine, siamo lieti di annunciare la prossima uscita del “BEST OF 2005-2015 “, una raccolta delle migliori canzoni a partire dal primo album “The Myst” in poi e con una bonus track.

    Tutte le informazioni sulle date dei prossimi concerti su www.arpaceltica.com