• Home / CITTA / Reggio – Il “Gusto degli Stretti”, grande successo per la kermesse enogastronomica

    Reggio – Il “Gusto degli Stretti”, grande successo per la kermesse enogastronomica

    Si conclude col plauso del presidente Giuseppe Raffa la kermesse enogastronomica “Gusto degli Stretti” organizzata dall’associazione Opportunity col patrocinio della Provincia di Reggio Calabria.  Un evento che ha posto Reggio e  il suo territorio provinciale protagonisti di un viaggio nel gusto che si concluderà a Expo 2015 con la presentazione ufficiale del menu reggino nato nel corso della gara tra chef e pasticceri, La manifestazione è stata un ulteriore successo raggiunto dall’associazione Opportunity da tempo impegnata nella valorizzazione del territorio attraverso  la divulgazione della cultura dell’opportunità. « Opportunità è stata la parola chiave e anche il fil rouge che ha caratterizzato la nostra kermesse- dichiara Giovanni Malara, rappresentante dell’associazione reggina, – che ha raggiunto lo scopo di offrire la chance a produttori ed eccellenze di ambito enogastronomico del nostro territorio di mostrarsi, confrontarsi e valorizzarsi in nome dell’obiettivo comune di far crescere la conoscenza per portare maggiore sviluppo e anche opportunità occupazionali». Gusto degli Stretti, curata nei minimi dettagli dall’associazione Opportunity – per il presidente Raffa-«  porrà il nostro territorio al centro dell’interesse culturale dell’Esposizione mondiale e contribuirà ad aggiungere un importante e fondamentale tassello  al percorso iniziato dal nostro ente volto a valorizzare  il territorio per creare ulteriore sviluppo economico e quindi nuove opportunità  produttive, culturali e turistiche”. Dal paesaggio del lungomare reggino, dal suo mare di specchio che ha riflesso le due sponde dello Stretto è iniziato il tour nel gusto che si è concluso col salotto letterario in cui grazie agli interventi del cantastorie Otello Profazio della giuria tecnica, di  Giovanni Malara di Opportunity e del pasticcere Carmelo Caratozzolo, intervallati dallo show cooking di Riccardo Sculli e dal reading di brani di narrativa, si sono incontrati anche i sapori letterari, le pagine celebri che rendono immortali i luoghi e ne raccontano peculiarità e tradizioni esaltando la terra ed i suoi prodotti.  «La cucina esprime l’identità di un luogo affondando le radici nella cultura di un popolo – continua Raffa –  e allora ben vengano manifestazioni come questa in cui i prodotti legati al nostro passato  sono anche reinterpretati in un mix di tradizione e innovazione» . Anche per l’assessore alle attività produttive Biasi « l’evento è stato un momento di coesione tra conoscenza e valorizzazione, Reggio e la sua provincia – continua Biasi- sono state  dalle origini della civilizzazione  luoghi di incontro e scambi culturali, in cui la natura e la storia convivono da secoli e allora bisogna creare nuove situazioni come questo evento per mettere insieme le suggestioni del territorio da quelle ambientali a quelle gastronomiche che possano essere viatico di sviluppo produttivo e turistico».  La due giorni enogastronomica nella suggestiva location della Torre Nervi è stata anche il palcoscenico di  stand espositivi, show coking dei due chef Andrea Golino e Riccardo Sculli, unico chef stellato della provincia reggina, di un parco ludico e di momenti musicali. Le quattro portate a base di pesce azzurro, patata e bergamotto, scelte per il menu reggino sono il risultato della gara tra gli chef  Bruno Ambrogio, Salvatore Suppa, Umberto Di Marco e Demetrio Brancati e tra i pasticceri Paolo Caridi, Lillo Giordano, Natale Santoro, Pino Ficara, Luigi Bonfiglio e Carmelo Caratozzolo, valutati dalla giuria tenica composta dai giornalisti enogastronomici Giovanni Caldara e Marco Lombardi, dalla naturopata Patrizia Pellegrini e dallo chef Andrea Golino e dalla giuria di qualità composta da esponenti del settore. Grande visibilità anche offerta  giovani con la dimostrazione live degli studenti dell’istituto alberghiero di Villa San Giovanni « una sinergia tra mondo della scuola e mondo del lavoro che sta alla base del progetto di sviluppo che da tempo stiamo portando avanti col Presidente Raffa- sottolinea il consigliere Demetrio Cara – è stato anche questo l’obiettivo di Gusto degli Stretti, creare l’opportunità  ai giovani di confrontarsi in una competizione e dimostrare le loro capacità in funzione di un futuro inserimento nel mondo del lavoro ».Protagoniste anche le dolcezze culinarie  con “Te lo do io il pasticcere”, in collaborazione con Apar,  una dimostrazione live con consigli pratici su ingredienti e tecniche per realizzare anche in casa le specialità dolciarie reggine ,« un altro momento di confronto e conoscenza che ha caratterizzato la nostra kermesse- secondo Antonello Fragomeni, presidente di Opportunity-  volta a far crescere le opportunità e a creare possibilità di incontro tra addetti ai lavori e non per realizzare un confronto tra le realtà produttive territoriali che possano sfociare  in concreti progetti di sviluppo».