• Home / CITTA / Catanzaro / Antimafia, Nuti (M5S): ”I ‘non lo so’ di Oliverio su ospedale della Piana”

    Antimafia, Nuti (M5S): ”I ‘non lo so’ di Oliverio su ospedale della Piana”

    “Il presidente Oliverio ad alcune domande che gli ho rivolto ha risposto ‘non lo so’ mentre alle altre non ha proprio risposto”. A dirlo è Riccardo Nuti, deputato del Movimento 5 Stelle che oggi pomeriggio, a Catanzaro, ha preso parte all’audizione del presidente della giunta regionale Mario Oliverio davanti alla Commissione parlamentare antimafia, che si è riunita a Catanzaro per approfondire alcuni temi d’attualità regionale, come la sanità e la recrudescenza della criminalità Rom a Catanzaro.

    “Le domande riguardavano l’iter dell’ospedale della Piana di Gioia Tauro e su questo non ha risposto – ha aggiunto Nuti – l’acquisto di alcuni terreni interessati dalla costruzione dell’ospedale per la cifra irrisoria di 60mila euro da parte di una società in cui ci sono persone in odore di ‘ndrangheta. Proprio su questi terreni, ho fatto notare come l’attuale commissario dell’Asp di Reggio Calabria Gioffre’ all’epoca della vendita, avesse un ruolo attivo nella transazione”.

    Riccardo Nuti, lo ricordiamo, è il componente della Commissione che quando Oliverio nominò la giunta chiese un’immediata audizione dello stesso presidente e dell’assessore Nino De Gateano, perché fosse chiarita questa scelta. “Oliverio – ha concluso Nuti –  ha poi dichiarato di non sapere nulla del fatto che la moglie dell’ex direttore generale del Dipartimento Lavori pubblici lavori in una societa’ che si occupera’ proprio dell’ospedale della Piana di Gioia Tauro. Inoltre, sulla nomina di Gioffre’ a commissario dell’Asp ho chiesto se a suggerirla fosse stato l’assessore De Gaetano, ma non mi ha risposto. Quanto alla nomina di De Gaetano in giunta, Oliverio non ritiene le informative con richiesta d’arresto, elementi validi: per noi non puo’ essere cosi’ in una regione come la Calabria dove e’ necessario, per cambiare, non commettere gli stessi errori di prima”.