• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro: Raimondi consulente giuridico in Commissione parlamentare su caso Moro
    Nunzio Raimondi

    Catanzaro: Raimondi consulente giuridico in Commissione parlamentare su caso Moro

    L’Ufficio di Presidenza della Commissione parlamentare d’inchiesta sul rapimento e sulla morte dell’onorevole Aldo Moro ha nominato Nunzio Raimondi, l’insigne penalista catanzarese Consulente in materia giuridico-amministrativa della stessa Commissione. L’avvocato Raimondi farà parte dello staff professionale della Commissione che è chiamata a far luce su uno degli episodi che hanno segnato, in maniera tragica, la storia della Repubblica cambiandone drasticamente il destino.

    La Commissione bicamerale sul caso Moro è presieduta da Giuseppe Fioroni, l’ex ministro dell’Istruzione e dell’Università,  ed è composta da 60 parlamentari.

    Raimondi è già stato Consulente, sempre in materia giuridica, della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’affare Telecom-Serbia e della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’occultamento di seicento fascicoli riconducibili a crimini dei nazifascisti.

    La notizia, che si è diffusa da qualche ora, ha suscitato l’entusiasmo dei catanzaresi e degli amministratori della cittaà. “La nomina di Nunzio Raimondi come consulente giuridico-amministrativo del Parlamento nella Commissione speciale d’inchiesta sull’omicidio Moro – si legge, infatti – in una nota diramata dal gruppo consiliare di ‘Catanzaro da Vivere’ – è un premio alle capacità universalmente riconosciute dell’avvocato catanzarese. L’incarico è ancora più autorevole se si considera che le competenze di Raimondi vengono richieste per garantire un contributo professionale a una causa che, nel panorama politico-istituzionale italiano, è forse il più triste e noto “caso” della nostra storia del Novecento. Siamo certi che le qualità del nostro concittadino saranno apprezzate anche in Parlamento. Pur consapevoli della grande mole di lavoro che richiederà questo incarico, all’avvocato Raimondi auguriamo, anche a nome del consigliere regionale Sinibaldo Esposito, buon lavoro”.