• Home / CITTA / Monta la polemica a Crotone: ‘Vogliamo le dimissioni di sindaco e Giunta’
    Riprendiamoci Crotone manifestazione popolare

    Monta la polemica a Crotone: ‘Vogliamo le dimissioni di sindaco e Giunta’

    “Vallone dimettiti”, “chiediamo dimissioni di sindaco e Giunta”. E su Fb nasce l’evento: “Siamo stanchi e schifati! Adesso basta! Vallone e giunta a casa! Siamo crotonesi senza bandiere ma uniti in un’unica rabbia!”. Frasi chiare e dirette, tutte contro il Primo cittadino della città pitagorica sommerso in questi giorni da polemiche provenienti da ogni fronte. Capocolonna cementata, Gettonopoli (Crotone è la città con più commissioni e più presenze in commissioni anche doppie dei medesimi cosngilieri, in Italia), l’acqua che va e viene e infine, ultima in ordine di tempo, il fallimento della società aeroportuale di Sant’Anna. Inevitabile, monta la protesta, specie dopo la puntata di domenica scorsa dell’Arena su RaiUno, che ha dato risonanza all’inchiesta relativa all’enorme numero di commissioni svolte al Comune di Crotone, 1.448 per l’esattezza per una spesa di 357mila euro, per essere precisi. Per questo, i cittadini indignati questa mattina hanno deciso di chiedere le dimissioni del sindaco Vallone e di tutta la giunta, ovviamente. Un tavolino in Piazza della Resistenza, un po’ di persone e un foglio per raccogliere le firme. Circa 200 quelle raccolte in due ore. Un popolo stanco, arrabbiato e scontento. Questa l’immagine di questa mattina, davanti al palazzo comunale di Crotone.

    Se a questo si aggiungono le dichiarazioni dei Consiglieri comunali di Forza Italia il gioco è fatto. Ieri, infatti, in una nota congiunta affermavano: “Siamo sempre stati contrari all’aumento del numero delle commissioni consiliari perché, appesantendo inutilmente e burocraticamente la gestione amministrativa del Consiglio comunale di Crotone, si è rivelato di fatto fortemente dispendioso dei fondi pubblici. Non bisogna neppure tacere circa le gravi omissioni commesse dal Comune in merito al fallimento dell’Aeroporto di Sant’Anna, che è stato l’unico comune del circondario a non presentare adeguata documentazione in Tribunale per garantire il proprio impegno di spesa (pari ai 900.000,00€ provenienti dai fondi Royalties) da versare alla Società di Gestione dell’aeroporto. Dai banchi dell’opposizione abbiamo sempre gridato il nostro disappunto che si è immancabilmente scontrato con una maggioranza sorda ed incapace di dialogare oltre che amministrare. Queste e molte altre problematiche, che non hanno trovato nemmeno spazio in Consiglio per discussioni e ragionamenti circa le possibili risoluzioni, palesano un completo disinteresse e una totale inadeguatezza della Giunta Vallone … completamente incurante dei danni che sta recando a tutto il territorio crotonese”.

    Gli azzurri, incalzano ancora il sindaco e sottolineano: “Non possiamo, non vogliamo, non dobbiamo essere (come non lo siamo mai stati) complici di un siffatto sistema di mala politica che purtroppo gestiste la nostra città. Crotone merita di meglio. Crotone necessita di meglio. Merita di essere liberata per poter nuovamente fiorire e non di essere citata dai media nazionali come esempio di inadeguatezza dei propri governanti. Urge subito ridare la parola ai nostri concittadini affinché possano scegliere liberamente amministratori più adeguati e competenti di questi attuali. Se il Sindaco, (come crediamo) anche questa volta, non volesse ascoltare le suppliche che all’unanimità si alzano ormai disperate da tutta la cittadinanza, allora siamo pronti a rimettere il mandato nelle mani dei cittadini, esortando tutti gli altri colleghi, che come noi non si rispecchiano in questa Crotone ferita ed umiliata dall’operato deludente di questa amministrazione, a seguirci in questo atto di responsabilità e amore per la città. Noi siamo pronti!”.