• Home / CITTA / Reggio – Picchiata perchè transessuale: Fabiana aggredita in un locale in centro

    Reggio – Picchiata perchè transessuale: Fabiana aggredita in un locale in centro

    Picchiata perchè transessuale. E’ avvenuto nei giorni scorsi al centro di Reggio Calabria dove Fabiana Scordo è stata pestata da un ragazzo mentre si trovava all’interno di un locale al centro di Reggio. L’episodio è stato denunciato alla polizia da Fabiana che, ormai da anni, si è operata per diventare donna a tutti gli effetti.

    Si tratta dell’ennesimo caso di omofobia nella città dello Stretto. Nell’aprile del 2012 un giovane, Claudio Toscano, era stato aggredito fuori da un locale a pochi passi dal Teatro Cilea di Reggio Calabria. In quella occasione l’Arcigay stigmatizzò l’aggressione omofoba con un’iniziativa di solidarietà nei confronti di Claudio Toscano e contro la violenza di genere.

    La nuova aggressione, avvenuta pochi giorni fa ancora in un locale del centro reggino, è stata raccontata dalla stessa vittima ai microfoni del Fatto Quotidiano.
    ”Ancora oggi, dopo che sono stata operata, devo subire queste umiliazioni?” si domanda Fabiana.  ”Reggio per certi versi è una città omofoba – racconta – perché molti, per paura o per vergogna, non denunciano queste aggressioni. Io ho fatto una scelta, mi sono operata e sono diventata donna. Voglio vivere come una persona normale”.
    Assieme alla famiglia, che ha accettato le sue scelte, Fabiana gestisce una rivendita di tabacchi e conduce una vita tranquilla. Presto dovrebbe aprire una sartoria. Ma nella città, in cui per la prima volta l’estate scorsa è stato organizzato un gaypride, ancora c’è chi ha comportamenti omofobi.

    “Ci sempre quelli che puntano il dito – aggiunge – che sono i primi che ti cercano per avere momenti di intimità. Cammino sul corso e non mi salutano, ma se mi vedono sola si avvicinano e mi lasciano il numero di telefono. Quello che voglio far capire è che per lo Stato io sono una donna, per alcuni cafoni sono una persona diversa”.