• Home / CITTA / Reggio – Banda del buco: pene ridotte in Appello
    tribunale processo sentenza

    Reggio – Banda del buco: pene ridotte in Appello

    Pene ritoccate verso il basso per la banda del buco che per alcuni mesi era riuscita a compiere una serie di furti e rapine a Reggio Calabria. Riduzione al Processo d’appello di due anni (5 invece che 7) per Cristoforo Alati Adorno, ritenuto il capo del gruppo (difeso dall’avvocato Giuseppe Nardi). Riduzione anche per Emanuele Alesse che passa dai 5 anni e sei mesi del primo grado ai 3 anni e 4 mesi del secondo. Due anni e sei mesi per Graziano Calabrò e due anni per Manuel Josef. Assolto Fabio Cilione. L’inchiesta, del pm Luca Miceli, portò a identificare gli autori di una serie di rapine commesse nel 2011 ai danni della gioielleria Versace, sul corso Garibaldi di Reggio Calabria, della gioielleria Nicosia a Milazzo, e della rapina alla Bnl di Reggio Calabria. Proprio in occasione dell’ultimo colpo le forze dell’ordine arrestarono in flagranza di reato quattro componenti la banda, per poi risalire agli altri.