• Home / CITTA / Indagine ‘Gentleman’, Luberto: ‘Toccato solo il 5% del mercato della droga’

    Indagine ‘Gentleman’, Luberto: ‘Toccato solo il 5% del mercato della droga’

    ”Oggi non abbiamo sgominato nulla, abbiamo svuotato sì e no del 5% il bacino degli stupefacenti. Se fosse così semplice sgominarla, non sarebbe ‘ndrangheta”. Parla così il Procuratore aggiunto di Catanzaro Vincenzo Luberto al termine dell’operazione ‘Gentleman’ messa a segno  stamani dalla Guardia di Finanza che ha consentito di sgominare il clan degli zingari operante sul territorio cosentino.
    L’inchiesta coordinata, insieme all’altro aggiunto di Catanzaro Giovanni Bombardieri, sotto la direzione del Procuratore Vincenzo Antonio Lombardo, ha messo le mani sull’ingentissimo giro di narcotraffico internazionale gestito dai clan del cosentino. Complessivamente, i Finanzieri del Gruppo Antidroga hanno sequestrato più di tre tonnellate di sostanze stupefacenti, tra cocaina, eroina e marijuana, per un valore complessivo di 45 milioni di euro. Eppure secondo i procuratori di Catanzaro si tratta solo di una percentuale minima rispetto all’enorme mole di stupefacenti che passa ogni anno dalla Calabria.
    Proprio il settore del narcotraffico è uno di quelli maggiormente battuti dal clan degli zingari. ”Tra i reati contestati – ha aggiunto il Procuratore Luberto – c’è anche l’associazione mafiosa perché gli zingari sono ‘ndranghetisti autonomi che hanno monopolizzato il traffico di droga e armi a Cosenza”.