• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro, Vertenza Infocontact – Giovedì sindacati e lavoratori in piazza prefettura a protestare

    Catanzaro, Vertenza Infocontact – Giovedì sindacati e lavoratori in piazza prefettura a protestare

    Le segreterie regionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Ugl Telecomunicazioni della Calabria hanno indetto, giorno 15, alleore 10.30, un sit-in di protesta innanzi la Prefettura di Catanzaro per rivendicare la convocazione del tavolo di crisi nazionale per la vertenza Infocontact . Il sit-in si terrà contestualmente al tavolo di crisi sui call center, che si terrà giovedì al Ministero dello Sviluppo Economico.

    In coerenza con lo stato di agitazione proclamato, in continuità con le varie proteste realizzate in questi giorni, le organizzazioni sindacali regionali di categoria hanno richiesto un incontro a Sua Eccellenza Il Prefetto di Catanzaro per richiedere l’intervento della massima carica dello Stato sul territorio per sollecitare la convocazione del Tavolo di crisi Infocontact al Ministero, un incontro trilaterale tra organizzazioni sindacali, Infocontact e Wind.
    Wind ha già fatto sapere che nell’incontro di domani si affronterà anche la questione Infocontact. Una prima conquista delle rivendicazioni delle segreterie regionali confederali e del tam-tam lanciato nei giorni scorsi sui social con l’hasthag #1800senzafuturo.
    Così come per forza di cose nell’incontro di giorno 15 gennaio al Mise tra le varie vertenze aperte nel settore si parlerà anche di Infocontact.
    Ciononostante il sindacato calabrese di categoria proseguirà nella protesta finché non sarà data dignità a 1800 lavoratori calabresi con la convocazione dei tavoli specifici sulla vertenza Infocontact, così come fatto per altre vertenze territoriali del settore.
    “La vertenza Infocontact non può essere considerata una vertenza di serie B – spiegano i sindacati in una nota congiunta – perché i lavoratori calabresi meritano la giusta attenzione ed il giusto rispetto. Chiediamo, pertanto, alla deputazione parlamentare calabrese, al Presidente della Regione, ed alle istituzioni locali di rendersi partecipi attivamente di questa rivendicazione volta a tutelare 1800 posti di lavoro sul territorio calabrese, sollecitando anch’essi attraverso i propri canali la convocazione del tavolo di crisi per la Vertenza Infocontact”.