• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Sospeso senza motivo il bando su rifiuti. Perché? Interrogazione al sindaco
    Rifiuti a Catanzaro

    Catanzaro – Sospeso senza motivo il bando su rifiuti. Perché? Interrogazione al sindaco

    di Clara Varano – Sospese, senza spiegazioni, dunque, per ora senza nessun motivo, le procedure di gara per l’affidamento del servizio di raccolta porta a porta, trasporto di rifiuti solidi urbani e assimilati, rifiuti differenziati e servizi complementari sul territorio, indette dai comuni di Catanzaro e Gimigliano.

    La sospensione è pubblicata sul sito del Comune, con documento ufficiale a firma di Giuseppe Arnò, responsabile della Stazione Unica Appaltante Comunale, Pasquale Scamardi, Responsabile delle procedure di affidamento e di esecuzione dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, e Antonio Viapiana, dirigente del settore igiene.

    L’11 dicembre 2014, gli stessi avevano prorogato la data di scadenza, stabilita nella pubblicazione di ottobre, dal 15 dicembre 2014 al 7 gennaio 2015, per poi sospendere ogni procedura il 31 dicembre, pochi giorni prima della scadenza. Ma qual è la motivazione? Pare che interessati al bando ci fossero Conai e Legambiente.

    Al riguardo i consiglieri comunali di Catanzaro Vincenzo Capellupo, Antonio Giglio e Roberto Guerriero hanno chiaramente espresso perplessità ed hanno chiesto la continuazione della procedura. “La notizia della sospensione – scrivono i consiglieri – non è accompagnata ancora da nessuna motivazione di carattere tecnico e politico, ed appare assolutamente improvvisa ed imprevista arrestando il lavoro che in questi mesi gli uffici ed il Consiglio comunale hanno prodotto sul tema. Per tali ragioni abbiamo indirizzato una interrogazione urgente al Sindaco, affinché vengano chiariti tutti gli aspetti della vicenda e si proceda con la continuazione della procedura di gara sospesa nell’interesse pubblico”.

    Quel che è certo è che i problemi con la spazzatura sono sempre stati spinosi per il capoluogo. Non è mai partita una seria differenziata porta a porta e gli ultimi dati forniscono una fotografia allarmante della situazione: Catanzaro sarebe ferma al 2% di rifiuti differenziati.