• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Prefetto Latella: ‘Prevenzione fondamentale nel mio operato’
    Prefetto Luisa Latella
    Prefetto Luisa Latella

    Catanzaro – Prefetto Latella: ‘Prevenzione fondamentale nel mio operato’

    di Clara Varano – Insediata lunedì scorso, il nuovo prefetto della provincia di Catanzaro, Luisa Latella, è già al lavoro. Tra le sue prerogative, fare rete con tutte le istituzioni a tutti i livelli e lavorare in sinergia con le associazioni territoriali, spesso a conoscenza di realtà nascoste ai più, ma che meritano particolare attenzione. Prevenzione e presenza sul territorio, dunque, al centro delle sue strategie. “L’attività di prevenzione, in ogni territorio – ha detto il prefetto nel corso della conferenza di presentazione alla stampa – è fondamentale ed è alla base del mio operato. Quando una situazione necessita dell’intervento delle forze di Polizia il male è già degenerato. Per questo il mio lavoro punta a conoscere, anche attraverso l’associazionismo, quelle situazioni sconosciute che possono diventare pericolose”. Questo genere di lavoro “passa necessariamente – ha aggiunto – attraverso la presenza attiva sul territorio, che pee quanto mi riguarda non può mancare”.

    Presenza sul territorio e prevenzione, dunque, ma anche rapporti con i diversi enti e le istituzioni. “Bisogna creare una vera e propria rete non solo tra i vari uffici delle prefetture, già esistente, ma anche con ogni singolo ente locale mettendo da parte gli individualismi ed i campanilismi, altrimenti non ne usciamo. Spesso non si riesce a comprendere quanti problemi è possibile risolvere dialogando con la Regione. Per questo è mio intento incontrare al più presto il presidente Mario Oliverio, perché se in Calabria non facciamo squadra perdiamo tutte le risorse che abbiamo”.

    Originaria di Reggio Calabria, Luisa Latella, pur mostrando entusiasmo per il ritorno nella sua regione, si sofferma su uno degli aspetti più critici della Calabria: la ‘ndrangheta. “Catanzaro – ha sottolineato il prefetto – tra le cinque province, è quella meno interessata da fenomeni di sicurezza pubblica. Questo però non significa che non ci siano delle sacche anche qui di fenomeni seri ed importanti legati alla criminalità organizzata che dobbiamo tenere sotto controllo, soprattutto considerando il periodo di crisi economica profonda che stiamo vivendo, che agevola l’attività criminale”.

    E nel suo discorso c’è spazio anche per l’emergenza rifiuti per le quali “non possiamo negare – ha spiegato Luisa Latella – che vi siano delle dinamiche non positive che ruotano intorno alla gestione dei rifiuti per come si è sviluppata”. “Per risolvere il problema – ha concluso il prefetto – serve una comune volontà di farlo a tutti i livelli”.