• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – La ‘rete’ salverà il centro storico? Ci prova la Camera di Commercio…
    Centro storico catanzaro

    Catanzaro – La ‘rete’ salverà il centro storico? Ci prova la Camera di Commercio…

    di Clara Varano – Contratto di rete. Catanzaro in rete. Questa la nuova idea/sfida per rilanciare il centro storico di Catanzaro ormai quasi completamente abbandonato a se stesso. L’idea è della Camera di Commercio del capoluogo calabrese, che, in una serie di incontri, 5 in tutto, oggi pomeriggio l’ultimo, ha chiarito ad imprenditori, commercianti, artigiani e prestatori di servizio in genere della città dei Tre colli, in cosa consiste questa nuova forma contrattuale che dovrebbe aiutare l’ormai “passato di moda” centro storico.

    Negli anni, quello che in altre città nemmeno poi tanto lontane, è diventato non solo motivo di orgoglio, ma anche di attrazione, a Catanzaro si è svuotato, di persone, di esercizi commerciali, di contenuti, insomma. Dopo un tentativo di ripopolarlo, riuscito sì, no, forse, attraverso l’isola pedonale, che, lo ricordiamo è in tutte o quasi le città d’Italia, ogni idea, ogni proposta se non è caduta nel vuoto è andata a scontrarsi contro una pesante realtà: il centro storico “boccheggia”.

    Eppure hanno rifatto il “manto” a corso Mazzini. Volevano anche coprirlo con il plexiglass per incentivare la gente a riversarvici pure se pioveva, come se camminare sotto una tettoia in plastica fosse incentivante. Rifatta piazza Matteotti con tanto di marciapiedi artisticamente “colorati”. Tuttavia a parte i giorni di chiusura al traffico nel periodo natalizio, quando era strapieno di cittadini, questo corso langue. Le stanno provando tutte, amministratori, commercianti, va detto. Hanno addirittura stretto accordi con l’università “Magna Graecia” per delocalizzare facoltà e ricondurle in centro, così da, portare lo studentatoma nonostante tutto, niente. Sarà forse, il sospetto ci viene, che mancano iniziative? Come quelle inesistenti della notte di san Silvestro che la gente alla fine ha deciso di animarsi da sola per le vie della città.

    Catanzaro Camera di Commercio contratto di reteLoro, però, ci provano e ci riprovano e ci riprovano, ma “non è mica semplice, non lo è stato mai per me”, cantava Vasco Rossi, non lo è stato mai per Catanzaro. E quindi che si fa?

    Si fa rete. Finalmente verrebbe da dire. Ci si mette insieme per vincere una scommessa che conta troppo e sulla quale gli abitanti puntano da sempre, vivere la propria città, con un pizzico d’orgoglio, di interesse, di sprono, di fascino. Perché, dunque, non provare le vie legali di un contratto che lasciando tutti i sottoscrittori indipendenti li unisce sotto il segno dell’obiettivo comune?

    Ci crediamo? Mah… certamente ci speriamo.