• Home / CITTA / Gallerie di Tindari e Capo d’Orlando (ME) – Assegnati lavori di messa in sicurezza
    galleria tindari

    Gallerie di Tindari e Capo d’Orlando (ME) – Assegnati lavori di messa in sicurezza

    A tre anni dal sequestro delle gallerie di Tindari e Capo d’Orlando, sequestrate dalla Procura di Patti (APPROFONDISCI QUI), in seguito ai numerosi incidenti causati dalla pericolosità del tratto stradale, sono stati assegnati, in via provvisoria i lavori ai due tunnel così come si legge in una nota del Consorzio per le autostrade siciliane.

    La Commissione Ministeriale di Gara nominata con decreto del Ministro delle Infrastrutture e presieduta dall’Avv. Gabriele Di Nardo (Dirigente presso la Direzione Generale Infrastrutture Stradali del Ministero) a conclusione delle due diverse istruttorie di gara ha aggiudicato in via provvisoria – secondo la normativa vigente – i lavori di messa in sicurezza della Galleria Tindari e quelli della Capo d’Orlando alla ATI Luigi NOTARI spa di Milano (Capo Gruppo) e Costruzioni BRUNO Teodoro spa (Mandante).

    Per la Tindari l’importo a base d’asta è di € 12.851.444,05, per quella di Capo d’Orlando l’importo a base d’asta è di € 9.786.333,52.

    Per entrambe le gallerie – tutt’ora sottosequestro dalla Autorità Giudiziaria di Patti e per le quali il Consorzio è stato autorizzato ad effettuare tutti gli interventi utili a ripristinare la loro messa in sicurezza – i lavori riguardano il consolidamento delle pareti e delle calotte nonché la riqualificazione e l’adeguamento degli impianti di ventilazione, illuminazione, antincendio e gestione automatizzata alla normativa vigente.

    “Anche l’ultimo obiettivo programmato in questo anno – ha dichiarato Rosario Faraci, presidente Cas – è stato raggiunto! Un 2014 complessivamente buono anche se al tavolo sono ancora tante le questioni importanti per raggiungere il livello di qualità al quale il Consorzio deve aspirare. Ringrazio gli Uffici per l’impegno profuso ed i risultati raggiunti con professionalità interne”.

    Alle dichiarazioni di Faraci si aggiunge Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia che ha sottolineato come la fiducia “al Presidente Faraci ed al Direttivo” sia stata “ben riposta”. “Un anno – haaggunto Crocetta – di impegni portati a buon fine! Il CAS si conferma una importante stazione appaltante che ha saputo investire centinaia di milioni di Euro con positive ricadute sulla occupazione locale e sulla complessiva economia regionale. Ora è tempo di riprendere il piano della viabilità autostradale siciliana per chiudere l’intero anello dando concretezza al disegno che questo mio Governo ha in programma”.

    “Con la messa in sicurezza delle due gallerie – ha concluso Giovanni Pizzo, assessore Regionale Infrastrutture – la strozzatura sarà finalmente eliminata. Il 2015 sarà un anno con ulteriori traguardi per la rete autostradale del CAS”.