• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro: è ‘Notte piccante’ per i ‘Notte battente’

    Catanzaro: è ‘Notte piccante’ per i ‘Notte battente’

    Mancano ormai pochi giorni alla Notte Piccante, manifestazione tanto attesa, che quest’anno giunge alla sua settima edizione con un ricco programma di eventi e spettacoli, tra musica, tradizione, cultura e percorsi enogastronomici, nel cuore della città di Catanzaro.
    Il programma della manifestazione, che vuol essere un volano per la promozione della città in termini commerciali e turistici, è stato presentato nei giorni scorsi dal sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, insieme al commissario della Provincia, Wanda Ferro, al presidente della Camera di Commercio, Paolo Abramo, all’assessore al turismo, Daniela Carrozza ed al consigliere comunale delegato, Rosario Lostumbo.
    E quest’anno tocca proprio ai Notte Battente, gruppo di musica etnico popolare, aprire la serata della Notte Piccante in Piazza Prefettura alle ore 19.00.
    Un ritorno, quello dei Notte Battente, a Catanzaro, poiché già lo scorso anno il gruppo aveva avuto il grande onore di allietare con la sua musica la serata organizzata per la presentazione ufficiale dell’US Catanzaro 1929.
    Il gruppo, fondato da soli due anni, in poco tempo è riuscito a crearsi una fetta di pubblico di affezionati che li segue in ogni località durante le esibizioni.
    L’anno scorso ha superato le selezioni per partecipare alla finale della manifestazione “Kaulonia Tarantella Future 2013”, e da quest’anno è stato inserito nel circuito Calabriasona, partecipando alle manifestazioni del “Welcome CalabriaSona” e del “Music&Live”.
    Numerose sono state le piazze calabresi che hanno apprezzato lo spettacolo offerto dai Notte Battente, all’insegna del puro divertimento.
    “Colori, voci e suoni della Calabria” sono le parole con cui ai Notte Battente piace dare inizio alle serate, esprimendo da subito ciò che la loro musica si propone come obbiettivo, ovvero quello di farci assaporare la nostra Calabria, trascinando il pubblico in un ballo al chiarore di luna, per riscoprire le origini e le tradizioni della nostra terra, e facendo sì che, con le loro note, si possa vivere una vera e propria notte battente.
    La passione, la voglia di far da ponte tra passato e futuro, in un presente che non rinnega le tradizioni ma le fa sue e ne è promotore per le future generazioni, è ciò che distingue i componenti del gruppo, tutti calabresi, originari di Soveria Mannelli e Decollatura: Angela Bianco (voce e castagnette), Salvatore Velino (voce, chitarra acustica ed armonica), Massimo Chiodo (voce, fisarmonica, lira e chitarra battente), Vincenzo Perri (basso), Franco Spezzano (batteria), Gianfranco Bianco (tamburello, tamburi e percussioni) e Debora Cimino (ballerina).
    Il repertorio del gruppo, proposto in maniera semplice ma efficace, comprende cover di varie forme musicali caratteristiche del sud, come la pizzica salentina, le strofe della tarantella del mondo agropastorale calabro-lucano, i canti tradizionali, i canti di protesta politico-sociale, le cui radici rievocano i periodi legati al brigantaggio, ma non mancano riferimenti alla nuova musica popolare con i testi di Mimmo Cavallaro ed Eugenio Bennato.
    Il calore del pubblico ha alimentato nei componenti del gruppo la voglia di crescere e di proporre non solo brani riarrangiati, ma anche brani inediti.
    Ed è così che il gruppo sta lavorando al suo primo progetto discografico che vedrà inseriti anche dei brani nati da un lavoro di ricerca su testi tipici della propria tradizione locale, la musica delle origini, a cui nessuno sa resistere, perché colpisce il cuore facendo ballare l’anima.
    Grande entusiasmo quindi in questa settima edizione della nota manifestazione catanzarese, per una notte piccante ma anche battente.