• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro: cultura e ricerca al centro degli obiettivi della Regione Calabria

    Catanzaro: cultura e ricerca al centro degli obiettivi della Regione Calabria

    Presentata oggi a palazzo Alemanni la graduatoria delle spin-off del progetto TalentLab di CalabriaInnova

    Pronta la graduatoria delle nuove imprese nate da spin-off della ricerca universitaria calabrese. Si tratta degli esiti del TalentLab spin-off, di CalabriaInnova, che sono stati illustrati dall’assessore alla Cultura Mario Caligiuri, nel corso di una conferenza stampa a Catanzaro. Il progetto, nato in sinergia con la Regione, ha lo scopo di incentivare la ricerca e l’innovazione contribuendo economicamente per l’80% del lavoro di costruzione di impresa e realizzazione dell’idea innovativa presentata alle selezioni. “La ricerca – ha dichiarato Caligiuri – è, e deve diventare sempre di più, il tema centrale del futuro. Negli ultimi anni, la ricerca in Calabria, ha fatto dei passi in avanti importanti anche grazie a CalabriaInnova”. Le fasi di selezione sono state due. La prima concernente la valutazione dell’innovatività. La seconda relativa alla reale possibilità di produrre impresa. Le domande che hanno superato l’ultima fase sono state 12, 9 Unic e 3 Unirc, selezionate su 50 idee progettuali presentate da 200 ricercatori delle università calabresi. “Si tratta – ha continuato l’assessore – di 12 nuove imprese altamente innovative, derivanti dai risultati della ricerca di 44 ricercatori calabresi”. I settori di applicazione delle nuove imprese sono perlopiù ICT, tecnologie dell’informazione e della comunicazione, e biomedicale, il resto si divide tra manifattura ed energia e ambiente. “L’ammontare complessivo delle agevolazioni concesse – ha concluso Caligiuri – è di circa 1 milione e 700mila euro. L’obiettivo è quello di aver formato 12 nuove imprese che tra qualche anno saranno cresciute e avranno fatto crescere la Calabria”. “Le possibilità di successo per queste imprese – ha sottolineato Menotti Lucchetta, dirigente dell’assessorato alla Cultura della Regione – sono molto elevate. Grazie al percorso di formazione che hanno fatto insieme a CalabriaInnova, sui temi della gestione e del fare impresa, focus tecnologici su modelli di business e commercializzazione in base al settore di applicazione dell’idea”. In Calabria, dal 2000 ad oggi, in base ai dati raccolti da CalabriaInnova, esistono 21 imprese spin-off. Il dato è stato evidenziato dal direttore di CalabriaInnova, Danilo Farinelli. “In un solo anno, CalabriaInnova e la Regione hanno costituito ben 12 imprese spin-off, più della metà di quanto non si sia fatto in 14 anni. L’obiettivo è quello, a distanza di tempo, che queste imprese, non solo sopravvivano, ma crescano”. “Negli ultimi tempi – ha concluso Farinelli – la graduatoria nazionale sulle regioni che fanno impresa innovativa e ricerca è cambiata. La Calabria non è più tra le ultime e se si continua così potrà raggiungere in poco tempo la prima in classifica che è il Friuli Venezia Giulia”.