• Home / CITTA / Palmi (RC), siglato il protocollo d’intesa per il censimento dei Grandi Alberi Calabresi

    Palmi (RC), siglato il protocollo d’intesa per il censimento dei Grandi Alberi Calabresi

    È stato siglato ieri sul palco del Synergia Festival un protocollo d’intesa ambizioso che pone l’attenzione sul simbolo per eccellenza della natura: l’albero. L’associazione Patriarchi della natura, la scuola IIS Einaudi, l’Archivio di Stato di Reggio Calabria e l’associazione Imagorà hanno infatti assunto l’impegno di avviare un lavoro di censimento e catalogazione degli alberi monumentali della Calabria.

    «Un’intesa che nasce dalla volontà – ha spiegato il responsabile scientifico del progetto Unesco Patrizia Nardi – di promuovere il concetto di rete e che si inserisce nel solco del Programma Unesco MAB – Uomo e biosfera avviato negli anni ’70 allo scopo di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità attraverso programmi di ricerca e lo scambio di studi e informazioni».

    L’iniziativa, realizzata all’interno del Synergia festival, patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e organizzato da Ama Calabria in collaborazione con la Rete delle grandi Macchine a spalla italiane e il Comitato Varia, ha come obiettivo valorizzare il patrimonio naturalistico della nostra regione. «La Calabria non è ancora stata oggetto di uno studio sistemico – ha chiarito il presidente dell’associazione Patriarchi della natura Sergio Guidi – ma è ricchissima di alberi secolari. La nostra associazione si sta impegnando nella conoscenza e divulgazione dei patriarchi della natura italiani già dal 2005 ma molto c’è da fare prima di raggiungere altri paesi europei in cui già esistono decreti di tutela per i grandi alberi monumentali».

    Un lavoro vasto che vedrà attivamente coinvolti tutti e quattro i soggetti firmatari del protocollo. Da un lato, infatti, sarà «compito della scuola – come ha specificato la preside dell’IIS Einaudi Carmela Ciappina – divulgare quelle conoscenze necessarie a formare cittadini più consapevoli della necessità di valorizzare il proprio territorio», dall’altro toccherà ai ragazzi dell’associazione Imagorà svolgere il concreto lavoro di fotografare e censire gli alberi. «Si tratta di una sfida – ha aggiunto a questo riguardo Giancarlo Parisi – perchè ci avvicina al patrimonio locale dandoci la possibilità di scoprirlo e di far qualcosa contro la dissennata distruzione del nostro patrimonio boschivo».

    Fondamentale il compito dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria, che dovrà fornire le linee guida per la ricerca degli alberi monumentali e gli strumenti utili alla loro catalogazione. Ripercorrendo alcune tappe storiche nella tutela del patrimonio naturalistico e paesaggistico della nostra regione, anche la funzionaria dell’Archivio di Stato Maria Fortunata Minasi ha, infine, posto l’accento sulla necessità di «unire idee e forze per promuovere valore».

    L’accordo è stato suggellato dal concerto del soprano Liliana Marzano e del maestro Gian Rosario Presutti al pianoforte che hanno reso un omaggio al più grande musicista palmese con uno spettacolo dal titolo “Francesco Cilea…il genio, la musica, la poesia”. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Pentakaris, ha dato voce ad una folta lista di arie di CIlea, tratte dalle sue più importanti composizioni.