• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro, lettera ad Abramo: ‘Invece di posare per i selfie, interessati di cose serie’
    Agenzia delle Dogane, Abramo: "Decisione dettata da buon senso e dalla legge"

    Catanzaro, lettera ad Abramo: ‘Invece di posare per i selfie, interessati di cose serie’

    Riceviamo e pubblichiamo – Sindaco invece di posare per i selfie in varie manifestazioni ed eventi mediatici fini a se stessi, che nulla portano in quanto a turismo e sviluppo, interessati con la tua giunta di cose serie sempre se ne siete capaci, dato che con le scuole, nuove, belle, sicure e finanziate a costo zero con soldi pubblici dello stato – Decreto Legge 66/2014 articolo 48 – avete toppato clamorosamente. E una politica che non comprende che la crescita di una città, parte dal sapere, dalla cultura, dalla preparazione dei giovani e da strutture logisticamente adeguate all’insegnamento, per far crescere e progredire una nazione come in tutti i grandi paesi, Francia, Germania, paesi Scandinavi ecc. ecc., si qualifica anzi si dequalifica da sé. Così Massimo Gualtieri e Fulvio Tolomeo del Movimento Civico Catanzaro Marina. Non occorreva essere degli ingegneri o degli architetti e/o dei tecnici qualificati, per accorgersi che nel sito del Ministero della Pubblica Istruzione, in ordine ai finanziamenti per la messa in sicurezza delle scuole catanzaresi e non solo, Catanzaro, il capoluogo della Regione Calabria è rimasta vergognosamente al palo, senza nessuna giustificazione. E qui la responsabilità, ce lo permetta qualche testata on line è solo ed esclusivamente politica, perché la burocrazia se dorme, se nicchia, se è vagabonda se ne strafrega, se è demotivata e pensa solo allo stipendio è solo perché la politica è totalmente e colpevolmente assente da anni in materie importanti, come quella della Pubblica Istruzione, senza alcuna programmazione in materia, avvezza ai selfie quotidiani e a tagli di nastri per misere e meschine opere di manutenzione ordinaria. E la nostra precisiamo non è polemica sterile o gratuita, dato che da anni (per noi parlano gli articoli) chiediamo agli pseudo amministratori di questa città, di mettere mano al sistema scuola, facendo fino in fondo la loro parte, ovvero stilando un piano serio ed un cronoprogramma per gli interventi scolastici, che nel corso di pochi anni possa far si che i nostri figli frequentino scuole con la s maiuscola e non capannoni adattati o sgabuzzini fittati da qualche amico del politico di turno, ove i bambini ci rimettono pure la vista e non possono svolgere alcuna attività ludica. Tutti i comuni della Calabria, hanno presentato progetti, eccetto Catanzaro. Un plauso quindi agli amministratori dei piccoli paesi e un “vergogna all’ennesima potenza” al comune di Catanzaro ed al suo Sindaco. Ed infatti invece di prendere al volo questa ghiotta occasione che cosa fanno Sergio & Company ? Migliorano e ristrutturano gli immobili di proprietà comunale ?. No. Continuano a pagare profumatamente fior di quattrini pubblici, ovvero nostri, in fitti in strutture private, Plesso Fortuna Via Forni docet !. Continua così Sergio, continuate così amministratori regionali, a perdere anche gli ultimi fondi statali e comunitari, la cittadinanza tutta ed in particolare i genitori, gli insegnati, i bambini e gli studenti ve ne sono veramente grati.

    Massimo Gualtieri e Fulvio Tolomeo – Movimento Civico Catanzaro Marina.