• Home / CITTA / Armi chimiche, Ispra: ”Abbiamo contribuito alla scelta del porto di Gioia Tauro”
    Gioia Tauro

    Armi chimiche, Ispra: ”Abbiamo contribuito alla scelta del porto di Gioia Tauro”

    Il ministero dell’Ambiente, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Arpa Calabria sono stati coinvolti ”sin dalle fasi iniziali della procedura per la definizione delle condizioni necessarie alla sicurezza ambientale dell’operazione” di trasbordo delle armi chimiche siriane al porto di Gioia Tauro. L’Ispra in particolare ha contribuito alla definizione dei criteri per la scelta, da parte del governo italiano, del porto nazionale più idoneo allo svolgimento del trasbordo ed ha successivamente partecipato alle riunioni di impostazione e perfezionamento delle pianificazioni nell’area portuale. Dopo ha collaborato con il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Reggio Calabria. Nella fase più operativa, l’Istituto ha contribuito alle attività del centro di monitoraggio e controllo. L’Arpa Calabria ha preso parte alla definizione e attuazione del piano di prevenzione ambientale, e nello specifico ha posizionato due centraline di monitoraggio della qualità dell’aria a Gioia Tauro e San Ferdinando, e ha effettuato con la Capitaneria di porto campionamenti delle acque di mare. (ANSA)