• Home / CITTA / Gerace (RC): “Il cero della pace”, un concorso e una fiaccolata per celebrare il dialogo multietnico

    Gerace (RC): “Il cero della pace”, un concorso e una fiaccolata per celebrare il dialogo multietnico

    Si preannuncia come il grande evento dell’anno in materia di manifestazioni tese a promuovere e valorizzare tutte le attività di volontariato per la pace e per il dialogo multietnico e multiculturale. Parte dalla Locride, infatti, un’iniziativa unica nel suo genere con la quale s’intende, in un momento storico particolare, lanciare un forte, concreto messaggio di solidarietà che dovrà rinnovarsi ogni anno – sempre nella stessa zona – con la graduale partecipazione, possibilmente, anche di rappresentanti di altre regioni italiane.
    La manifestazione, che si articola in due fasi, è denominata “Il cero della Pace” e sarà tenuta a battesimo il prossimo 3 luglio. Un’iniziativa nata da un’idea di Antonio Rinaldis, cittadino geracese impegnato in attività di natura sociale, ed organizzata col patrocinio gratuito dei Comuni di Gerace e di Locri ed in collaborazione con la Pro Loco, la Consulta Giovanile ed il Club Unesco di Gerace.
    La prima fase si concretizzerà in un concorso, aperto a tutti, consistente nella realizzazione di un’opera in cera (può essere anche un normale cero) che esalti i valori della pace e della solidarietà nel mondo. L’opera potrà essere un cero dipinto, un cero scolpito, un cero inciso o intarsiato, un cero modellato, o un cero (o pezzo di cera) lavorato secondo altre, libere tecniche. Secondo quanto previsto dal regolamento, l’opera non può contenere simboli che riconducano ad una specifica religione, razza o cultura lasciando intendere la predominanza di questa sulle altre. La manifestazione, infatti, mira a veicolare la cultura del rispetto di tutte le religioni, razze e culture ed il dialogo tra esse per costruire un Mondo di pace.
    Una giuria valuterà le opere, ognuna delle quali dovrà essere accompagnata da una scheda contenente: nome e cognome del concorrente, nazionalità, indirizzo, eventuale recapito e mail, numero di telefono (i dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy. La scheda dovrà contenere, altresì, una breve descrizione dell’opera ed essere firmata dall’autore anche per accettazione della normativa sul trattamenti dei dati personali). Per i concorrenti minorenni la scheda dovrà essere controfirmata, per accettazione e per assunzione di responsabilità, da un genitore o, comunque, da chi esercita la patria potestà.
    Secondo il calendario predisposto dagli organizzatori, martedì 1 e mercoledì 2 luglio dalle ore 15 alle ore 20 è prevista la consegna dei ceri (le opere) e l’esposizione  presso il Chiostro della Chiesa di San Francesco d’Assisi, a Gerace. Giovedi 3 luglio, dalle ore 9:00 alle ore 12 ancora consegna dei ceri e loro esposizione.
    La seconda fase – giovedì 3 luglio – rappresenta quella più significativa ed impegnativa della manifestazione che culminerà in una fiaccolata alla quale possono, ovviamente, partecipare tutti coloro i quali (singolarmente o in gruppo; rappresentanti istituzionali o di associazioni varie; di ogni razza, religione e cultura) condividano spirito e finalità dell’iniziativa.
    La fiaccolata partirà da Locri e, seguendo la vecchia strada che dal Calvario conduce a “Monserrato”, raggiungerà Gerace (percorso, a piedi, di circa 8 Km.). La scelta non è casuale poiché si rifà allo stesso percorso scelto nel 2001 dall’allora Vescovo di Locri-Gerace, Mons. Giancarlo Maria Bregantini, in occasione della “Marcia per la Pace” promossa dalla Cei, da Pax Christi e dalla Caritas italiana. In quell’occasione il presule lanciò una proposta: intitolare la vecchia strada Locri-Gerace proprio “Via della Pace”.
    I partecipanti potranno acquistare le fiaccole nel luogo di raduno (Piazza dei Martiri, a Locri) ed anche lungo il percorso. Ogni fiaccola costa 2 (due) euro di cui 50 (cinquanta) centesimi saranno devoluti  in beneficenza secondo modalità che saranno rese note con la successiva pubblicazione del bilancio del ricavato. Ogni partecipante alla fiaccolata dovrà essere fornito di quanto avrà ritenuto più necessario alle sue esigenze (bevande, cibo, ecc.). Per ovvi motivi i concorrenti dovranno farsi precedere, a Gerace, da parenti o amici forniti di autovettura a bordo della quale fare rientro ai propri centri di residenza. I minorenni dovranno essere accompagnati almeno da un genitore (o da chi esercita la patria potestà) o, comunque, da un adulto che se ne assuma espressamente la responsabilità.
    Il programma della fiaccolata (giovedì 3 luglio) prevede, alle ore 18, il raduno in Piazza dei Martiri a Locri. Seguiranno i saluti delle autorità e, alle ore 19 la partenza della  fiaccolata verso Gerace (Via Garibaldi, Via Calvario, strada Locri-Monserrato-Gerace). Alle 22:30 circa è previsto l’arrivo a Gerace in Piazza delle Tre Chiese, dove  si svolgeranno la premiazione del cero vincente partecipante al concorso e la consegna di targhe-ricordo ad associazioni distintesi in attività volontaristico-solidali-umanitarie. La giornata si concluderà coi saluti finali da parte delle autorità.