• Home / CITTA / Europee, la denuncia di Gattuso (Lista Tsipras): ”Noi oscurati dai media nazionali”
    gattusotsipras

    Europee, la denuncia di Gattuso (Lista Tsipras): ”Noi oscurati dai media nazionali”

    ”Siamo costretti a scontrarci contro una sorta di manipolazione dell’informazione a danno della nostra formazione politica. Denunciamo lo strapotere dei grandi media e sosteniamo le piccole testate ed emittenti locali che provano a non piegarsi a questo sistema”. E’ l’urlo di indignazione sollevato stamane dal candidato reggino della Lista ”L’Altra Europa con Tsipras” Domenico Gattuso.

    Docente di Trasporti all’Università Mediterranea, il Professore Gattuso, accompagnato stamane dai militanti Lucrezia Praticò e Alessio Frangipane, ha voluto portare all’attenzione dell’opinione pubblica il tema dell’informazione e del rapporto con i media in campagna elettorale. ”Di questo passo il rischio è che si arrivi al totalitarismo – denuncia ancora Gattuso – in più occasioni i media nazionali hanno completamente oscurato alcune iniziative della nostra lista che sono state molto partecipate. E’ il caso di quanto è avvenuto a Bologna, a Palermo o a Torino. Anche l’AgCom ci ha dato ragione segnalando che esiste una sovraesposizione mediatica dei grandi partiti, in particolare del Presidente del Consiglio Renzi, ed un oscuramento delle liste con minore rappresentanza parlamentare. Figuriamoci per noi che siamo una lista nuova e molto spesso veniamo completamente ignorati. Anche i sondaggi che vengono diffusi spesso sono falsi. Tutti ci danno sotto la soglia del 4% mentre un sondaggio realizzato da un’agenzia svizzera ci ha indicato al 6,5%”.

    ”D’altra parte – aggiunge Gattuso – vorrei sottolineare il ruolo delle piccole testate locali, con giornalisti che con grande spirito di volontà si battono contro questo sistema per dare le corrette informazioni. Voglio ringraziarli tutti. Stiamo dalla parte del giornalismo sano. Se lo spazio non ci viene concesso noi ce lo prendiamo. La nostra è stata fin dall’inizio una campagna elettorale incentrata su argomenti concreti. Come ad esempio il porto di Gioia Tauro, il tema dei trasporti, della cultura, della spesa dei fondi comunitari. Abbiamo sempre tentato di utilizzare un linguaggio semplice parlando però di temi importanti e concreti. Il nostro è un progetto che andrà oltre la campagna elettorale ed è proprio per questo che andremo avanti nonostante le difficoltà”.