• Home / CITTA / Crotone: i ragazzi e le politiche sociali

    Crotone: i ragazzi e le politiche sociali

    Si è parlato di Politiche Sociali nel corso di uno dei tradizionali incontri che l’Amministrazione Comunale tiene con gli alunni delle scuole crotonesi.
    Ospiti della Casa Comunale gli alunni del Liceo “G. Vincenzo Gravina”, in particolare gli studenti che seguono il percorso di studi economico – sociale, accompagnati dai docenti Anna Napoli e Antonio Fabio Trocino che riveste anche il ruolo di consigliere comunale.
    Ad accogliere gli alunni nella Sala Consiliare l’assessore alle PoliticheSociali Filippo Esposito.
    Sono intervenuti il Presidente della VII Commissione Politiche Sociali Michela Cortese e le assistenti sociali del Comune Alessandra Mesoraca e Monica Faccioli.
    Un dialogo molto costruttivo su un tema importante per la comunità come le politiche sociali visto dalla prospettiva dei più giovani “il cui contributo è fondamentale per il nostro lavoro” ha detto l’assessore Filippo Esposito.
    Sono state tante le domande poste dai ragazzi ai rappresentanti istituzionali tese soprattutto a conoscere l’attività del Comune in materia di politiche sociali e le misure adottate per sostenere una domanda molto vasta che investe tanti strati della popolazione.
    L’assessore Esposito ha posto l’accento sulla volontà politica ed amministrativa dell’amministrazione Comunale di tenere conto di tutte le fasce sociali dai minori a rischio agli anziani, dai diversamente abili alle donne in difficoltà.
    “Lo sforzo che stiamo compiendo non è solo di natura economica ma anche culturale. Il lavoro che abbiamo messo in campo attraverso la istituzione di numerosi centri per anziani, per diversamente abili, per minori non è finalizzato solo all’assistenza ma anche all’integrazione di questi soggetti nel contesto sociale”.
    Non a caso alle azioni dia ssistenza vengono affiancate attività di supporto e di socializzazione tese proprio all’integrazione delle fasce deboli.
    Come ha spiegato una delleassistenti sociali “il nostro compito è anche e soprattutto quello di ascoltare”.