• ‘Ndrangheta, Loiero: “Esercito potrebbe essere boomerang”

    Il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ammette di aver pensato anche lui all’ uso dell’esercito per contrastare la criminalita’ organizzata, ”per segnare una presenza simbolica dello Stato”. Ma poi, dice a Napoli, c’e’ anche ”l’altra faccia della medaglia, perche’ magari se a dieci metri da un posto di blocco avviene una cosa eclatante, diventa un boomerang”. Loiero, a margine di una convention di Confartigianato, torna a ribadire che la presenza della criminalita’ organizzata ”e’ invasiva”. ”C’e’ anche una parte delle istituzioni che resistono e resistere e’ difficilissimo”, aggiunge. Coloro che resistono, Loiero li definisce ”eroi” e sottolinea che anche le Regioni possono fare qualcosa. ”Noi ci costituiamo parte civile in tutti i processi contro la ‘ndrangheta. Spesso c’e’ una sorta di indifferenza. Siamo arrivati anche al punto di offrire allo Stato 5 milioni di euro per un progetto in certe aree a rischio”. ”L’abbiamo fatto – conclude – ma e’ lo Stato che deve occuparsene. Vedo un Governo che si batte contro gli immigrati e magari la grande criminalita’…”. (ANSA).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.