• Home / CITTA / Regione: sospeso dal Cdm Dionisio Gallo

    Regione: sospeso dal Cdm Dionisio Gallo

    La Prefettura di Catanzaro ha comunicato al Consiglio Regionale il provvedimento con cui il Consiglio dei Ministri ha sospeso il consigliere Dionisio Gallo (eletto nell’UDC e di recente passato nel Pdl) in seguito alla condanna a quattro anni di reclusione, con interdizione temporanea dai pubblici uffici, che gli sono stati inflitti, in primo grado con il rito abbreviato, dal gup distrettuale di Catanzaro per corruzione e voto di scambio nell’ambito del processo “Puma”, contro le cosche del Crotonese. Un atto dovuto, quello del Consiglio dei Ministri, in base alla legge dello Stato che prevede la sospensione dalla carica in seguito a una condanna per reati contro la pubblica amministrazione, ma non contempla la surroga che, invece, è prevista dallo statuto della Regione Calabria. A Gallo, quindi, dovrebbe subentrare il primo dei non eletti della lista Udc Salvatore Pacenza, medico crotonese, attualmente consigliere comunale. Gallo è il terzo consigliere regionale costretto a lasciare il seggio. Prima di lui un altro crotonese, Enzo Sculco, condannato a sette anni in primo grado, e Domenico Crea, arrestato a inizio anno e tuttora detenuto. (Apcom)