• Home / CITTA / Calabria e Campania: insieme per promuovere cultura e formazione

    Calabria e Campania: insieme per promuovere cultura e formazione

    È stata siglato stamani tra le Regioni Calabria e Campania l’accordo per una proficua collaborazione nel campo della cultura e della formazione. Un’intesa che punta a instaurare un coordinamento tra le regioni meridionali per la promozione e il radicamento delle attivita’ teatrali. All’incontro, svoltosi a Napoli, a Palazzo Santa Lucia, erano presenti il presidente della Campania, Antonio Bassolino, il vicepresidente della Regione Calabria, Domenico Cersosimo, il presidente della Fondazione "Campania dei Festival", Rachele Furfaro, il direttore artistico e organizzativo del "Napoli Teatro Festival Italia", Renato Quaglia, e il direttore artistico del "Calabria Teatro Festival", Giancarlo Cauteruccio. L’accordo raggiunto riguarda due iniziative importanti: lo spettacolo inaugurale del "Napoli Teatro Festival Italia", Le Troiane, diretto da Annalisa Bianco e Virginio Liberti, sara’ riproposto in tre siti archeologici della Calabria per il prologo del "Magna Graecia Teatro", rassegna estiva organizzata dal "Calabria Teatro Festival". Gli appuntamenti sono previsti tra il 18 e il 22 luglio nei siti Teatro dei Ruderi a Cirella, Parco archeologico di Capo Colonna a Crotone e Tempio di Marasa’ a Locri. Altra iniziativa importante e’ la partecipazione della Regione Calabria al master europeo in Progettazione e organizzazione culturale promosso dal "Napoli Teatro Festival Italia", insieme con l’Universita’ di Salerno e in collaborazione con alcuni teatri europei. Il progetto ha come obiettivo la formazione di giovani operatori meridionali per un inserimento professionale nel settore. La Campania, la Calabria e la Puglia hanno gia’ messo a disposizione delle borse di studio. Altre sono in corso di definizione con l’Abruzzo, la Sicilia e la Basilicata. Il master, che iniziera’ nell’autunno 2008, avra’ una durata di 1.500 ore. Si concludera’ con la produzione di cinque progetti originali che il "Napoli Teatro Festival Italia" presentera’ alle amministrazioni di altrettante citta’ del Sud Italia. "La collaborazione tra la Calabria e la Campania – ha affermato il vicepresidente Cersosimo – consente alla rassegna teatrale calabrese di uscire dalla dimensione localistica e di inserirsi nel solco della grande tradizione del teatro italiano. L’idea vincente e’ quella di portare importanti spettacoli in siti archeologici di rilevante significato".