• Home / CITTA / Unione, è già pronto il regolamento delle primarie

    Unione, è già pronto il regolamento delle primarie

    palazzo_san_giorgioÈ già pronta una bozza per il regolamento delle “primarie 2007” che serviranno al centrosinistra per designare il candidato dell’Unione a sindaco di Reggio. Una bozza che in settimana dovrà essere approvata nell’interpartitica che si terrà nella sede dei Democratici di sinistra. Saranno allestiti 15 seggi presso le sedi delle circoscrizioni. Ogni seggio sarà sarà composto dal presidente e da quattro scrutatori che dovranno provvedere alle operazioni di scrutinio. Il collegio dei Garanti, composto da 7 persone, scelte fra personalità autorevoli, prestigiose e imparziali, dovrà assicurare il  corretto svolgimento della campagna elettorale e sovrintenderà sulla regolarità delle operazioni elettorali. I ricorsi potranno essere presentati dai candidati entro 3 giorni dalla proclamazione dei risultati.
    I candidati, le forze politiche e i movimenti che gravitano attorno all’Unione avranno la possibilità di nominare presso ogni singolo seggio un proprio rappresentante che potrà chiedere di verbalizzare eventuali contestazioni.  Alle primarie potranno partecipare i cittadini residenti nel Comune e gli immigrati, in possesso di regolare permesso di soggiorno. Ancora è da capire se questi ultimi dovranno dimostrare di essere residenti a Reggio da almeno 3 anni. Tutti gli elettori, inoltre, dovranno sottoscrivere il “progetto programmatico” dell’Unione e devolvere un contributo di almeno un euro per la copertura delle spese organizzative. Per quanto riguarda i candidati dovranno presentare una sottoscrizione di almeno 200 firme di cittadini residenti nel Comune che godano del diritto di voto. Per essere ritenute valide le firme, inoltre, dovranno essere vidimate da un componente del Collegio dei Garanti o da un rappresentante istituzionale appartenente al centrosinistra (presidente di circoscrizione, consigliere comunale, provinciale e regionale). Ogni candidato dovrà presentare una dichiarazione di impegno a riconoscere e sostenere, lealmente e  pubblicamente, il vincitore delle elezioni primarie. Il rispetto degli altri candidati, delle forze politiche e dei movimenti dovrà caratterizzare tutta la campagna elettorale. Da definire, infine, l’importo che ogni singolo candidato potrà spendere per la propaganda del singolo candidato.