• Home / CITTA / Traffico rifiuti a Gioia Tauro

    Traffico rifiuti a Gioia Tauro

    Operazione congiunta fra l'Agenzia delle Dogane di Gioia Tauro ed i Carabinieri del Noe: nel porto reggino sono stati sequestrati 135 container rifiuti di plastica, metalli e materiale lettrocio e carta, diretti in Cina, India, Russia e Nordafrica, per un giro d'affari di oltre 2 milioni di euro. Alcuni di questi container avevano un documento di accompagnamento emesso in altri porti da parte di aziende di Bari, Salerno, Santa Maria Capua Vetere, Monza e Cassino. 78 container provenivano dalla Dogana di Salerno e contenevano 348.500 chilogrammi di plastica ed oltre un milione e mezzo di rottame metallico, destinati in Cina. Altri 7 container provenivano da Catania, destinazione Cina, con 138,870 chilogrammi di contatori elettrici dismessi e quasi tremila chili di carta. 42 container, provenienti dalla Lombardia, dall'Abruzzo, dalla Puglia, dalla Calabria e dalla Sicilia, con destinazione Cina
    ed India, contenevano 672.860 chili di carta e 238.880 chili di plastica, destinati in Cina, Russia ed India. In un container c'erano anche migliaia di pezzi di auto dismessi e pneumatici usati diretti in Africa.
     La scoperta ha portato alla segnalazione all'autorita' giudiziaria per violazione del decreto Ronchi, di 23 aziende italiane del settore, per un totale di 32 procedimenti penali,
    con decine di soggetti indagati per traffico di rifiuti. (AGI)