• Home / CITTA / Santa Trada, nuova intimidazione

    Santa Trada, nuova intimidazione

    proiettileAbbiamo paura chiediamo l’aiuto dello stato. Questo l’appello dei proprietari del ristorante “Al Valantain” di Santa Trada vittime di una nuova intimidazione. Notte tempo sconosciuti sulla loro automobile hanno lasciato il disegno di tre croci ed una bara. “Una simbologia – è scritto in una nota dei germani Mazza proprietari del ristorante – non troppo difficile da interpretare


     e che adesso terrorizza gli animi già impauriti di tutti noi. Noi adesso pretendiamo l'intervento dello stato, perchè abbiamo paura, ed è difficile per noi anche scrivere queste righe, tutto questo dolore, tutta quest'angoscia avrà mai una fine? Non dovrebbe esserci il silenzio attorno a noi, non dovremmo essere da soli, agnelli sacrificali di cosa, di chi? Cos’altro deve capitare, cos’altro deve succederci per smuovere le coscienze di Reggio, della Calabria e dell'Italia intera”. “Noi – conclude la nota – non vogliamo i titoli in prima pagina per l'irreparabile, noi ci siamo, noi stiamo soffrendo, e questo solo per essere stati onesti, per aver rispettato quello in cui tutti dovrebbero credere la giustizia”.Gli atti intimidatori erano iniziati nel novembre 2004 con prime richieste di danaro, poi erano proseguite con minacce esplicite e lette contenenti proiettili. Ad ottobre dello scorso anno anhe un tentativo di incendio ai danni del locale.