• Home / CITTA / Gioia Tauro, per la Cgil serve un’inchiesta sull’area industriale

    Gioia Tauro, per la Cgil serve un’inchiesta sull’area industriale

    «La battaglia che la "De
    Masi Costruzioni" sta portando avanti contro il sistema bancario italiano,
    la condividiamo perché va nella direzione di difendere tutto il sistema
    imprenditoriale onesto e pulito che intende continuare a lavorare in Calabria".
    Lo affermano il segretario generale della Cgil di Gioia Tauro, Pasquale Larosa,
    ed il segretario generale della Fiom-Cgil comprensoriale, Pasquale Marino.
    «Siamo stati a fianco dei lavoratori e dell'impresa in questa difficile
    vertenza – affermano – perché crediamo fortemente non solo di difendere i
    posti di lavoro, cosa peraltro importante in un'area dove la disoccupazione
    sfiora il 32%, ma il nostro obiettivo è anche quello di smascherare un sistema
    che ha recato danni enormi alla economia e alle imprese che si sono insediate
    nell'area industriale». I due sindacalisti sono «convinti, che è giunta l'ora
    di promuovere un'inchiesta seria sull'area industriale di Gioia Tauro, per
    accertare possibili responsabilità del sistema bancario e se come nel caso
    della "De Masi Costruzioni" si sarebbero attuate forme distorsive per
    alterare equilibri ed assetti societari»