• Porto di Gioia: è allarme rosso

    Il Segretario Generale della Cisl Calabrese Luigi Sbarra ha dichiarato che il Porto di Gioia Tauro "dopo dieci anni di
    successi in termini di quantita’ di containers movimentati (3.160.000 teu), numero di navi che approdano alle banchine
    (quasi 4.000 l’anno) e occupazione (circa 3.000 unita’ tra diretti e indotto) comincia a registrare i primi segnali
    negativi. Il 2005 – ha aggiunto – e’ stato un anno nero per l’infrastruttura calabrese che ha visto cedere al porto
    spagnolo di Algeciras il primato decennale del piu’ grande porto del Mediterraneo. La perdita secca di 110 mila
    contenitori nel 2005 ( – 3,1% ) , rispetto al 2004, – secondo Sbarra – deve far riflettere le imprese, le istituzioni e le
    forze politiche e sociali del paese e della Calabria in modo particolare"
    giusvabranca@hotmail.com
    Image

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.