• Home / CALABRIA / Human Library on line: i pomeriggi di lettura colletiva che funzionano

    Human Library on line: i pomeriggi di lettura colletiva che funzionano

    Nella fase di distanziamento sociale attuale, la cooperativa sociale Hermes4.0 ha introdotto una sana abitudine per gli amanti della lettura: il sabato pomeriggio di lettura collettiva on line con interventi liberi di chi sceglie di aderire all’iniziativa. Gli incontri rientrano nell’ambito del Progetto REC, Reti Efficienti Contro le discriminazioni realizzato dalla Hermes4.0 in Calabria in partenariato con la organizzazione non governativa Gus, coordinatrice delle attività nazionali. Inoltre, le letture on line hanno visto il partenariato anche di Amica Sofia, l’associazione per la ricerca e la promozione della filosofia con la quale la Hermes4.0 ha già condiviso diverse iniziative.

    Due sono state le letture già realizzate. La prima è stata sabato 18 Aprile, sul tema delle discriminazioni e del razzismo, la seconda si è tenuta il 25 aprile con la celebrazione del la resistenza e della liberazione. Oltre alle socie e operatrici della Hermes 4.0 Federica Roccisano, Katia Foti, Valentina Femia, Daniela Muià e il gruppo di Amica Sofia, Massimo Iiritano e Raimonda Bruno, in entrambe le giornata sono stati tanti gli iscritti che hanno condiviso letture di romanzi, brani e poesie aderenti al temi selezionati. Tra i tanti partecipanti, occorre menzionare Nicola Irto, attuale vice presidente del consiglio regionale della Calabria, che durante il primo pomeriggio di lettura collettiva ha raccontato il percorso per l’approvazione, durante la legislatura precedente, della legge per i Nati Per Leggere e il suo continuo impegno per le scuole e le giovanissime generazioni; è intervenuta poi Rossella Scherl, scrittirce e giornalista, Mario Alberti, scrittore e Referente di Legacoop Sociali nell’area metropolitana di Reggio Calabria, Daniela Trapasso, assessora al welfare del Comune di Badolato e Vincenzo Tavernese assessore all’istruzione del Comune di Marina di Gioiosa, Cosimo Sframeli, tenente dei Carabinieri e scrittore impegnato, Saverio Orlando, scrittore e attivista per i diritti dei migranti, Geri Ballo attivista della società civile e studiosa delle seconde generazioni in Europa; tanti giovani come Alessandra Tomei, Chiara Agostino e Lorenzo Catalano collegato da Francoforte e donne impegnate come Daniela Diano, Patrizia Fulciniti , Tina Napoli , Loredana Lo Faro.

    “Siamo state così colpite dalla partecipazione volontaria di tanti appassionati- racconta la presidente della Hermes4.0 Federica Roccisano – che abbiamo deciso nell’ultima diretta di continuare a leggere insieme e di prevedere un nuovo incontro di lettura collettiva anche per il Primo Maggio. Abbiamo visto che questo modo di stare vicini a tanti, funziona e riesce a coinvolgere centinaia di persone in diretta e provare a colmare il vuoto che a causa del Covid19 e del distanziamento sociale molti di noi sentono per non poter partecipare ad iniziative pubbliche fuori casa. Così l’iniziativa la portiamo noi a casa, sui pc e dispositivi, invitanto tutti a partecipare con un commento o una lettura in diretta, perché, come diceva Italo Calvino: “ comunicare è condividere. E qualsiasi cosa condivisa raddoppia il piacere.”