• Home / CALABRIA / A scuola nel Parlamento europeo, quattro istituti calabresi a Bruxelles
    Bruxelles Unione Europea Ue

    A scuola nel Parlamento europeo, quattro istituti calabresi a Bruxelles

    quattro istituti calabresi a Bruxelles, nel tempio del Parlamento europeo tra i banchi dei parlamentari che ci rappresentano nelle sedi europee

    Quattro istituti calabresi entreranno nel tempio del Parlamento europeo a Bruxelles non tra i banchi di scuola ma tra quelli dei parlamentari che ci rappresentano nelle sedi europee. Si tratta del Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme; IIS Margherita Hack Cotronei; Liceo Scientifico –Linguistico “Pitagora” di Rende; IIS V.Gerace di Cittanova, questi gli istituti scolastici calabresi sorteggiati oggi in diretta streaming da Laura Ferrara che partiranno per Bruxelles.
    L’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle ha promosso anche quest’anno il bando “La scuola entra nel Parlamento europeo”, rivolto agli istituti di istruzione superiore secondaria della Calabria. L’iniziativa è alla sua terza edizione e permetterà a 32 studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori e 8 docenti accompagnatori di conoscere più da vicino l’Istituzione europea.
    La visita durerà 3 giorni, dal 4 al 6 dicembre 2017, ed ogni scuola sorteggiata dovrà ora individuare 8 studenti che beneficeranno di questa opportunità. «Abbiamo inviato il bando agli uffici scolastici provinciali calabresi – spiega la Ferrara –. I ragazzi attraverso una visita guidata del Parlamento europeo si renderanno conto di quali sono i compiti e le funzioni di un eurodeputato ma soprattutto – continua – comprenderanno meglio le funzioni e i poteri del Parlamento europeo. Sarà occasione per approfondire temi che riguardano le questioni internazionali e nazionali come immigrazione e legalità ed anche questioni calabresi ma che investono l’Istituzione comunitaria, quali ambiente e fondi europei. Nelle passate edizioni i partecipanti si sono mostrati entusiasti e coinvolti dall’iniziativa ecco perché ho inteso riproporla anche quest’anno registrando numerose adesioni da parte delle scuole calabresi».